Pubblicità

Alberto Rondina Kite Camp – Porto Botte

0

E’ stata una settimana speciale quella trascorsa dai ragazzi che hanno preso parte al: “Alberto Rondina Kite Camp” a Porto Botte (Sardegna).

Dall’11 al 16 Agosto Alberto Rondina grazie all’aiuto di Kite Sardegna e Critical Slide un dei migliori kite camp per giovani ragazzi che abbiamo mai visto nella nostra penisola.

Il camp consisteva in 6 giorni durante i quali i ragazzi iscritti sono stati seguiti dal nostro campione per migliorare tricks già atterrati e chiuderne di nuovi. Personalmente ero presente a questo evento e il clima che si respirava era dei migliori: sana competizione, divertimento e un po’ di duro lavoro, che fa sempre bene.

Dal primo giorno i ragazzi hanno montato le tende nel grande giardino della struttura di Critical Slide dove poi avrebbero dormito le notti successive. Di seguito, come ogni mattina, il fisioterapista e rider del Team Cabrinha Italia, Matteo Gamberini mostrava e istruiva i partecipanti allo stretching e il riscaldamento muscolare prima di entrare in acqua. Cosa che ritengo davvero importantissima da insegnare ai ragazzi (nessuno di loro si riscalda o fa stretching) e anche questo è sinonimo di enteresse nel far crescere l’attitudine sportiva dei giovani partecipanti.

DSC_6651

Dopo aver dato il massimo in acqua è il momento del pranzo, presso il Bar dell’ Associazione Kite Sardegna, dove Alby dispensava consigli e suggerimenti per migliorare lo stile e i risultati dei ragazzi che pendevano dalle sue labbra.

DSC_5971

Il camp ha visto anche due stupende gare: una simulazione di vera e propria gara, con heat a sorteggio e Alby come giudice; l’altra invece di best trick e vi posso assicurare che nonostante i partecipanti avessero un’ età compresa tra gli 11 e i 17 anni il livello in acqua era davvero incredibile, era orami normale e consueto vedere atterrare trick come KGB 3, BLINDJUDGE 3, 315  e BACKMOBE 5, roba da non credere!

DSC_5923

E quando non c’era vento?

Bhè i soli due giorni di non vento sono stati comunque super ed intensi, la sede di Critical Slide che si trova all’interno di una piccola fattoria ha dato la possibilità ai ragazzi di fare un po’ di duro lavoro: caricando balle di fieno, dando da mangiare alle capre, ai maiali insegnandoli il rispetto alla natura e aiutandoli a mettere su un po’ di braccine che sono sempre utili in caso di passaggio di barra.

DSC_6161 DSC_6330

Nel pomeriggio invece allo spot di Kite Sardegna ci siamo dati alla pazza gioia (Si, io compreso) cercando di fare un po’ di WakeSurf con i Sup dietro la moto d’acqua (quasi impossibile) e volando alti con i nostri kite legati con una corda da 25 metri al jet ski.

Bhè che dire? Un kite camp davvero ben organizzato e divertente al quale sono stato lieto e gasato nel partecipare.

Con l’augurio di vedervi al prossimo kite camp di Alby vi saluto e vi auguro buon vento!

Di seguito la foto gallery:

RIDE HARD!

Jacopo PJ Lavezzi