Home Running News Atleti da mezza Europa a Nepi

Atleti da mezza Europa a Nepi

0

Atleti da mezza Europa a Nepi

La Maratonina dei Tre Comuni diventa internazionale. Tra i 2.400 iscritti alla 35esima edizione che prenderà il via domattina da Nepi, ci saranno atleti provenienti da mezza Europa. Il gruppo più numeroso è quello spagnolo che arriverà da Barcellona con dieci concorrenti, ma nella lista figurano anche maratoneti tedeschi, svizzeri, francesi e polacchi. Oltre ai tanti nord africani che sono, come sempre, tra i favoriti. “Con queste novità – ha detto Massimo Gai, l’anima organizzativa dell’appuntamento – si apre un nuovo triennio, che ha visto ritornare alla versione originaria la classica del podismo d’inverno: quello della naturale otazione tra i Comuni che fanno da cornice al percorso di quella che è una classica del podismo nazionale”.

Alla presentazione in sindaco di Nepi, Franco Vita, che ha fatto gli onori di casa: quello di Castel Sant’Elia, Rodolfo Mazzolini, e Gianluca Angelelli di Civita Castellana Quest’ultimo sarà anche il primo sindaco a partecipare alla gara, con il pettorale numero 35: “Spero di arrivare entro il tempo massimo, ma temo la salita di Mille Cori”, ha detto scherzando. Tra gli interventi anche quelli di Gino Polidori (presidente) e Mario Porcu (direttore generale) del Credito cooperativo Formello e Trevignano che sostiene la manifestazione.

La gara, in gran parte disegnata su un percorso pianeggiante, si snoderà sul classico tracciato che si snoda tra i tre comuni sulla distanza di 22 km e cento. Al via da piazzale della Bottata (alle 9:30) ci sarà il pluri vincitore Tayeb Filali, l’algerino che ha già quattro edizioni nel suo carnet personale: dovrà vedersela con altri suoi colleghi africani, in particolare i marocchini Ztouna e El Makhrout. Dopo trentacinque edizioni tornerà a partecipare alla Maratonina dei Tre Comuni anche Carbonaro, che ha vinto la prima nel 1980. Tra le donne è sicura la presenza della Janat, giunta prima lo scorso anno. Poi c’è un folto gruppo di atlete italiane, ma nessun nome che fa parte del panorama nazionale.

“Considerato il momento della congiuntura economica, la nostra politica – ha spiegato gai – è quella di privilegiare partecipazione di massa, destinando gran parte delle risorse al cosiddetto mondo amatoriale”. I gruppi con più atleti al via saranno quelli che arriveranno da Roma, con Bancari Romani e Podistica Solidarietà in prima fila. La formazione più numerosa della Tuscia è quella dell’Atletica Alto Lazio  con una ventina di tesserati: altri team viterbesi iscritti sono l’Atletica Di Marco Sport, Zona Olimpica, Ecologica Bagnaia, Podistica Orte, Liberi Podisti Oriolo, Bolsena Forum, Pol.Montalto. “I complimenti vanno agli organizzatori – ha detto fabrizio Maiolati consigliere regionale Fidal – che anche quest’anno sono riusciti a coinvolgere una massa di atleti consistente”.

Paolo Baldi – Il Messaggero Viterbo