Pubblicità

Attacchi da Snowboard più Rapidi

0

Fresh Farm mette a confronto gli attacchi Flow back-in, Salomon fast-fit,Ride contraband, K2 auto e K2 Cinch

Siete terribilmente lenti? Siete nati stanchi? Avete la lombosciatalgia? I vostri amici sciatori stressano perché fate perdere loro tempo prezioso?

Come ben saprete per loro sciare è un lavoro: arrivano sulle piste quando è ancora buio, hanno una fretta bestia, non si fermano a mangiare e hanno il pannolone per non sprecare neanche un minuto.

Bene sappiate che la tecnica sta dalla vostra parte! Nel corso delle ultime stagioni la case hanno messo a punto un sacco di soluzioni innovative per ciò che riguarda gli attacchi, al fine di accelerare le operazioni e di farci risparmiare tempo, fatica e guanti (che tendono ad avere la peggio nei durissimi match coi cricchetti).

Quando si parla di sistemi ad aggancio rapido non si può non citare Flow, azienda che ha fatto del back-in (che nessuno pensi male!) il proprio cavallo di battaglia continuando a svilupparlo e a migliorarlo negli anni e creando un vero a proprio esercito di adepti da fare invidia a scientology.

Gli attacchi Flow sono composti da uno spoiler reclinabile e da un fascione unico anatomico che, negli ultimi anni Flow ha progressivemente assottigliato al centro per renderlo di fatto molto simile alle due straps tradizionali;  inoltre ha inserito su tutti i modelli 2 o addirittura 4 mini-cricchetti per poter regolare micrometricamente la pressione del fascione come su un attacco normale.

 

L’aggancio avviene mediante l’inserimento dello scarpone da dietro ed il sollevamento dello spoiler che viene premuto sul back dello scarpone dall’azione combinata di una leva e un cavo metallico.
Il sistema è rapido ed efficace e presenta il vantaggio di essere compatibile con praticamente tutti gli scarponi soft in commercio a differenza di una volta.

Ha inoltre subito degl’indubbi miglioramenti negli ultimi anni, specie nello shape del fascione e nell’aggancio posteriore, passato da straps in cordura al cavo metallico, appunto. Insomma questi attacchi, complici i passi avanti fatti nelle ultime stagioni, hanno visto crescere ancora il numero dei propri fedeli e sono arrivati a coprire una grossa fetta di mercato. Flow non è un attacco, è uno stile di vita.

 

 

 

 

 

 

 

L’ Uprise è invece dotato della tecnologia K2 Auto Straps : lo strap in punta si apre e si chiude automaticamente scricchettando quello alla caviglia tramite un cavetto d’acciaio nascosto , dimezzando tempi e rotture di balle.

 

 

 

 

 

 

 

Altra soluzione rapida ormai collaudata e scelta ogni anno da numerosi riders è quella proposta da Ride con la sua tecnologia Contraband V-Strap. Questo particolare brevetto prevede , al posto del toe strap , una sorta di V in poliuretano (quindi flessibile e resistente al freddo) collegata allo strap superiore così da rendere l’attacco regolabile da un unico cricchetto. Lo so le immagini rendono meglio l’idea.

 

 

E per finire due parole sul Fast-Fit di Salomon : non sarà nulla di particolarmente estroso ma il toe strap che semplicemente “non si sfila”  (chiedo scusa ma è la definizione più tecnica che mi è venuta in mente) e rimane in posizione è veramente comodo e pratico , oltre che dannatamente veloce.

 

 

 

 

 

 

Ecco infine gli attacchi utilizzati dal Boss di Fresh Famr in persona nelle uscite informali!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.freshfarm.it