Pubblicità
Home Windsurf News Carnevale alla Coudu
Pubblicità

Carnevale alla Coudu

0
Da settimane stavo tenendo sotto controllo il forecast della Coudouliere, wave spot in Francia, sapendo che ormai, dopo le 2-3 giornate di Sud-Ovest che aveva fatto in Liguria, quello sarebbe stato l’unico posto in grado di fare buone condizioni in questo periodo. E proprio cosi è stato!
Edit Francia-11 (FILEminimizer)Federico Morisio alla Cudu durante il ponte di Carnevale
Fortunatamente i giorni di vento erano previsti per il periodo di vacanza di Carnevale, che la scuola concedeva, dal 28 febbraio al 5 marzo, e nonostante inizialmente il forecast non sembrava totalmente affidabile poichè ogni giorno cambiava ed era pure prevista pioggia, in seguito si sono definiti i 3 giorni di vento.
Uscito da scuola alle 10, partenza per la Coudouliere circa un ora dopo, con arrivo verso le 18. Naturalmente, viste le previsioni per venerdi sera, io fremevo già all’idea di poter fare una breve session serale di riscaldamento in preparazione del giorno seguente, ma cosi non è stato, poichè al mio arrivo il vento era troppo debole. Sabato metto la sveglia alle 6:45, il forecast era molto buono per il mattino e in calo per il pomeriggio, e dopo aver svegliato mia sorella e fatto colazione mi dirigo verso la spiaggia: freddo, onde e vento o meglio, vento, onde e freddo! Monto la mia 4.6 Gun Blow e la Sailboardstarifa 82 litri Custom Quad: in acqua eravamo in 3, uno spettacolo! Avanti cosi fino alle 10:30-11 quando il vento è troppo forte e sono costretto a montare la 4.0. Inizia ad arrivare gente e le onde ad affollarsi, ma resisto ancora e dopo brevi pause alle 14 esco esausto dall’acqua a causa dei crampi nonostante il vento soffiasse ancora forte…
Edit Francia-01 (FILEminimizer)La mitica Cudu, lo spot dove sono cresciuti campioni come Thomas Traversa e Antony Ruenes
Domenica era previsto un giorno di pausa prima della sfuriata di lunedi e martedi, così ne ho approfittato per un giretto turistico e del riposo.
Lunedi verso le 14:30-15 il vento inizia ad entrare, così monto subito la 4.0 e l’ 82 litri Quad Custom; nonostante il vento vada su e giù riesco a planare e a surficchiare qualche onda. Verso sera il vento aumenta e ci si inizia a divertire seriamente con bei set di onde e vento forte, poca gente in acqua e temperatura accettabile (nonostante avessi la muta 3mm). Un altro bel giorno d’allenamento!
Edit Francia-15 (FILEminimizer)Fede prova il Goiter
Per martedi le previsioni davano il picco la mattina e nuovamente a calare verso pomeriggio-sera. Sveglia alle 7:30, colazione e subito a montare in spiaggia la 4.6 Gun Blow e la Quad Custom proprio di fianco al fenomeno local Loick Lesauvage, sempre piu forte e spettacolare da vedere in acqua! A sorpresa vedo arrivare la mitica Volvo in cui subito riconosco Thomas Traversa, neo campione della Red Bull Storm Chase. Ovviamente mi aspetto di vederlo in acqua e per questo non ci faccio molto caso, anche perchè stava girando un video con il cameraman, ma essendo il vento ancora leggero e le onde piccoline decide di andarsene e io mi dispero per non averci parlato… Puntuale il vento e le onde entrano e con loro torna il campione Traversa che ho modo di vedere in azione: UNO SPETTACOLO, un altro livello, nonostante le condizioni non fossero delle migliori subito ci delizia con Back Loop e surfate al limite del radicale! Sempre un piacere surfare con i Pro, e dopo Kauli Seadi, Youp Schmit, Andy Chambers, Van Broeckhoven aggiungo anche lui alla lista!
In definitiva si è trattato di un Super trip, anche perchè finalmente ho potuto surfare per più di un giorno di fila, che è fondamentale per poter prendere confidenza con il materiale e provare nuove manovre.
Prossima destinazione: Sardegna! Da troppo tempo mi stuzzica l’idea di una bella perturbazione sarda, possibilmente maestrale, e magari un assaggio di Chia!
Ringrazio 4Windsurf per il report e auguro a tutti tanto vento! Ciao e alla prossima!
TESTO DI  Federico Morisio
IMG_6414 (FILEminimizer)ATTENZIONE!!!! Thomas Traversa con le nuove Gaastra 2015 con tanto di nuovo LOGO (e anche CLICCA QUI).
Articolo precedenteRoxy Pop Surf
Articolo successivoPatrik, il nuovo Trailer Wave
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità
Advertisement