Home Mtb News Cattaneo: collezione di successi in Trentino

Cattaneo: collezione di successi in Trentino

0

Cattaneo: collezione di successi in Trentino

Gli Altipiani di Lavarone, Luserna e Folgaria si confermano terra prediletta dai biker e di successo per Johnny Cattaneo e Giovanna Troldi, che si sono messi in tasca la Nosellari Bike.

Il bergamasco alfiere della Full Dynamix è sempre stato nelle posizioni di comando insieme, tra gli altri, a Daniele Mensi, Mattia Longa, Mauro Finetto e Mirko Tabacchi, e nel finale si è liberato della concorrenza chiudendo con un minuto abbondante di distacco su Finetto e un minuto e mezzo su Longa.

La veneta Troldi, dal canto suo, ha fatto da battistrada della gara femminile per tutti i 41,5 km (partenza da Nosellari e arrivo a Lavarone Gionghi) e al traguardo si è presentata in completa e piacevole solitudine, davanti a Nicoletta Bresciani e Orietta Tosadori.

Sole e temperature estive hanno accolto i concorrenti di quella che è stata anche seconda prova del 1000Grobbe Bike Challenge, insieme alla Lavarone Bike (vinta da Cattaneo e Bresciani) e alla 100 km dei Forti nella variante Classic di 54.4 km. Pronti via e già dopo i primi 5 km, sullo scenografico transito al Forte Belvedere di Lavarone, il portacolori Scott Racing Daniele Mensi faceva segnare alcuni secondi di distacco sulla coppia Cattaneo – Finetto, con Tabacchi, Longa e Nicola Dalto a seguire poco lontani. Nei passaggi per Passo Cost e Passo Vezzena, Mensi ha incrementato il vantaggio, ma al bresciano gli Altipiani evidentemente non portano troppa fortuna, visto che una foratura lo ha messo fuori dai giochi come era successo il giorno prima. Strada libera quindi per Cattaneo e Finetto che da quel momento in poi hanno dato vita ad un duello ad alta intensità, proseguito fino al 35° chilometro circa, quando il bergamasco nazionale marathon ha inserito il turbo e Finetto non ha potuto fare altro che guardare l’avversario scappare verso il suo secondo successo in due giorni. La lotta per la terza posizione ha alla fine premiato Mattia Longa, bravo a tenersi dietro Tabacchi e Dalto.

Nella gara femminile, come detto, Giovanna Troldi ha messo in chiaro le proprie intenzioni dalle prime pedalate, “salutando” le avversarie nei chilometri iniziali e rivedendole solo al traguardo, quando ad accoglierla c’era anche il capitano del suo team Marzio Deho.

Ufficio stampa Newspower