Home Mtb News Chiuso a Rivisondoli il GP Mtb Italia

Chiuso a Rivisondoli il GP Mtb Italia

0

Chiuso a Rivisondoli il GP Mtb Italia

L’accoglienza di Rivisondoli è nota a tutti: d’altronde ci troviamo nella “perla dell’alto Sangro” che vanta una grande tradizione turistica ed è rinomata per la pratica degli sport invernali e per le escursioni naturalistiche (l’arrivo del Re Vittorio Emanuele e della sua famiglia nel 1913 nell’allora Albergo degli Appennini, contribuì a far diventare Rivisondoli una delle più note stazioni sciistiche, richiamando molti visitatori).

Il percorso è un classico anello di “cross country olimpico” da ripetersi più volte secondo le categorie di appartenenza, con un dislivello sul giro di 280 metri. Partenza in griglia nei pressi della piazza principale del paese. Dopo l’attraversamento del centro storico tra vicoli e scalini, si abbandona l’abitato e dopo una carrareccia in salita, che porta agli impianti sciistici di Pescocostanzo. Si prosegue lungo un bellissimo e tortuoso sentiero che sale in mezzo ad una pineta sopra Pescocostanzo. Arrivati sulla sommità del percorso, si inizia una discesa veloce che porta su un percorso “guidato”, con tornanti ricavati lungo un pratone. Inizia poi, nelle vicinanze della pineta adiacente al cimitero, un nuovo tratto, dove è richiesta una buona capacità di guida in discesa. Si riprendere poi l’asfalto, alternato con tratti di pavé che portano verso il centro storico.

Insomma! Un percorso molto bello, tecnico e divertente che permette evoluzione “funamboliche” e allunghi poderosi.. ma con Bike Inside Team, c’era da aspettarselo!!

Due orari di partenze hanno caratterizzato la giornata. Alle ore 9:30 hanno preso il via le categorie amatoriali, alle 12:15 le categorie agonistiche. Le partenze, come da regolamento per le gare di cross country nazionali, sono scaglionate.

Prima della partenza ci sono state due sorprese, un ricco pacco gara che conteneva anche l’edizione 2012 della maglietta BIT, con illustrati i benefici della MTB e il controllo antidoping a sorpresa effettuato dal Ministero della Salute, a testimonianza dell’importanza della manifestazione e della volontà di rendere il ciclismo fuoristrada uno sport di prestazione “pulito”

Ad allietare l’arrivo dei corridori, oltre al caloroso pubblico c’era un gustoso pasta party, fatto di pasta al pomodoro, di porchetta, di cocomero fresco e deliziosi dolci fatti a mano dalle signore di Rivisondoli. La goliardia ha reso più gustoso lo stare insieme, le battute dialettali esilaranti hanno reso un caldo pomeriggio d’estate, un po’ più fresco.

Si è trattato di un intenso weekend di sport che ha visto la MTB protagonista in tutte le sue sfaccettature, come nello spirito del Bike Inside Team. Infatti, ce n’era per tutti i gusti, dagli escursionisti agli amatori, dagli agonisti agli esploratori come Maurizio D’Oro che a cavallo della sua MTB compie avventure estreme nei posti più belli del mondo, come la gelida Alaska e gli aridi deserti. I racconti di Maurizio ci hanno affascinato durante la serata del sabato presso il ristorante La Portella. L’emozione del Naturaider non viene solo dalla bellezza dei luoghi, dalla natura più selvaggia, ma soprattutto per il pensiero che lo supporta in queste avventure estreme. Chiunque sa cosa fa Maurizio D’Oro si rende conto che non imprese da uomo comune.

Oltre la competizione c’era la manifestazione di escursionismo del sabato e della domenica. I Maestri del Bike Inside Team hanno accompagnato una settantina di escursionisti lungo due percorsi sull’Altopiano delle Cinque Miglia, fino alla Montagna Spaccata. A fine escursione, prima di rientrare alla base, una gustosa sosta presso il caseificio di Rivisondoli per degustare le famose mozzarelle e i formaggi, accompagnati da un fresco Pecorino… non quello fatto dal latte ma dall’uva.

La manifestazione sportiva è stata curata in prima persona da Paolo Festa, Luigi Troiano e Gianluca Colabianchi, che come responsabile della Struttura Tecnica Regionale ha garantito che tutto si svolgesse al meglio, secondo il regolamento vigente.

Per quanto riguarda la gara, questi i vincitori delle varie categorie:

Uomini

ES: Edoardo Di Giangiacomo (Gs Fontana Anagni)

AL: Emanuele Fidanzio (Asd 010 Bike)

JU: Luca De Nicola (Drake Team Nw Sport)

UN: Samuele Agostinelli (Superbike Team)

Elmt: Matteo Colaiacovo (Ae12 Scott Pro Team)

M1: Marco Di Geronimo (Cercaziende.it Cycling Team)

M2: Lucio Mastrantonio (Bike99 Broadcast Solutions)

M3: Alessandro Celi (Bike99 Broadcast Solutions)

M4: Angelo Campana (Rampiclub Barrea)

M5: Marco Fortunato (Team Fortunato Avezzano)

M6: Lorenzo D’Aversa (Asd Lorenzo Sport)

Donne

ED: Chantal Mancini (Gs Potentia 1945)

DE: Nicoletta Bresciani (Scott)

W1: Mariagrazia Cornacchia (Bike Inside Team)