Home Running News Cinque Mulini, stelle straniere per l’edizione n.82

Cinque Mulini, stelle straniere per l’edizione n.82

0

Cinque Mulini, stelle straniere per l’edizione n.82

Per puntare al bis nell’ottantaduesima edizione della Cinque Mulini che si correrà domenica a San Vittore Olona, l’etiope Awel Muktar Edris dovrà guardarsi alle spalle da un lotto di concorrenti temibili.

Ieri mattina al Pirellone la presentazione ufficiale della “Signora del Cross” organizzata dall’Us San Vittore Olona 1906 del presidente Pinuccio Gallo Stampino. A fare gli onori di casa un olimpionico come l’assessore allo sport della Regione Lombardia Antonio Rossi e tra gli ospiti il decano dei medaglisti ai Giochi Carlo Monti.

“Verò di sicuro alla gara – ha assicurato l’assessore Rossi – perché manifestazioni come queste sono la storia del nostro sport e, anzi, stiamo studiando per Expo quali competizioni proporre ai visitatori per presentare anche l’eccellenza del nostro sport”. Ovviamente quindi tra le candidate che potrebbero fregiarsi di questo privilegio ci sarà proprio la Cinque Mulini.

A rimarcare l’importanza della manifestazione di domenica ci ha pensato anche il sindaco di San Vittore Olona Marilena Vercesi: “In questa corsa abbiamo sempre creduto ed investito molto perché lo sport è cultura e un messaggio importantissimo per i nostri giovani: noi a San Vittore Olona siamo orgogliosi di avere una campionessa master come Barbara Martinelli che si dedica a loro nell’insegnamento dell’atletica”.

Il suo “collega” in chiave sportiva, Gallo Stampino, presidente della società cittadina che si è preoccupata dell’organizzazione dell’evento, ha poi commentato dando il giusto tr8ibuto a tutti i suoi collaboratori che hanno reso possibile l’evento che, sul piano organizzativo non tradisce mai le attese della vigilia: “Una grande Cinque Mulini è possibile grazie ad una squadra eccezionale di volontari che lavorano dietro le quinte per la sua perfetta riuscita e io sono grato a coloro che nella nostra società lavorano per questo  grande spettacolo sportivo”.

“Se l’atletica è la regina dello sport, il cross è il re dell’atletica leggera” ha sottolineato invece Grazia Vanni presidente Fidal Lombardia.

Concentrandosi invece sul discorso tecnico, è da rilevare sul percorso l’innalzamento di un nuovo “muro”, un’altra salita che renderà il percorso ancora più duro per gli atleti durante la gara.

Ma per campioni come Edris e i suoi rivali gli ostacoli sono fatti per essere superati.

E a inseguire sogni di gloria ci saranno anche il campione europeo spagnolo Alemayehu Bezabeh, di origini etiopi, il kenyano Alex Kibet secondo nel 2013 alla Cross Cup a Bruxelles e l’etiope Yihunilign Amsalu Adane, terzo nel novembre scorso al Cross di Acier in Francia.

Tra gli azzurri le speranze sono riposte sul lecchese Michele Fontana dell’Aeronautica Militare, ospite alla presentazione con la fidanzata Valeria Roffino, atleta delle Fiamme Azzurre: “Dopo il Campaccio voglio fare esperienza internazionale anche in quest’altra prestigiosa gara: sto lavorando per diventare sempre più veloce e resistente. L’obiettivo è di essere tra i primi 10”.

In campo femminile la favorita è la kenyana Faith Chepngetich Kipyegon, campionessa mondiale juniores di corsa campestre nel 2011 e 2013.

Tornano anche gli Usa con Jenny Simpson, che ha conquistato la medaglia d’argento ai mondiali di Mosca 2013.

In gara anche la britannica Gemma Steel, medaglia d’argento agli Europei di Belgrado.

“Il cross – ha dichiarato l’azzurra Valeria Roffino – è per me fango, fatica e freddo , ma anche salite e perciò il percorso della Cinque Mulini così come è congegnato è tecnicamente davvero il cross più bello del mondo”.

Antonio Palella – La Provincia