Home Running News Corritalia, è stata una festa tricolore

Corritalia, è stata una festa tricolore

0

Corritalia, è stata una festa tricolore

Una nazione di corsa. Così può essere riassunta l’ultima edizione, la 12esima, del Corritalia, che domenica ha visto decine e decine di città dedicarsi alla sana passione per il podismo. Molte città hanno scelto la formula non competitiva (eccezionale il colpo d’occhio di Forlì con oltre 500 ragazzi per una mattinata atletica e una città tutta per loro), altre hanno scelto invece la formula competitiva. Da notare che in giro per l’Italia c’erano tre camper (uno al nord, uno al centro e uno al sud) con la mostra della storia del Corritalia e delle iniziative dell’Aics, che si incontreranno in occasione della tappa finale della manifestazione prevista a Roma. Ma veniamo alla cronaca delle principali prove competitive, ricordando che il Corritalia era inserito nel calendario nazionale della Fidal.

ASTI: 9,9 i km da percorrere con vittoria andata a Francesco De Caro (Gs Indomita) davanti a Flavio Bartolomeo (Asd Pam Mondovì) e al marocchino Abdelkader El Khazari (Pod.2000 Marene), nella classifica femminile primato per Angela Lano della società organizzatrice, il Gsd Brancaleone, davanti alla polacca della Balangero Atl. Katarzyna Kuzminska e a Valeria Carretto (Gsr Ferrero). Al traguardo in 289.

ROCCAGRIMALDA: La prova alessandrina del Corritalia era su 11 km e la vittoria ha premiato Daniele Novella (Sai Frecce Bianche Alessandria) con il tempo di 38’12”, alle sue spalle Achille Faranda (Ata Acqui) a 2’03” e Diego Scabbio (Atl.Novese) a 2’23”. In campo femminile successo per Ilaria Bergaglio (Arquatese Boggeri) in 45’32” su Michela Ottria (Atl.Novese/49’40”) e Daniela Bertocchi (Atl.Novese/50’13”).

BRESCIA: Se lo scorso anno era stata Genova la città con la gara qualitativamente più elevata, questa volta la palma è toccata a Brescia, nella gara allestita dall’Aics locale. Vittoria al marocchino del Club San Rocchino Abdellatif Batel, al comando sin dalle battute iniziali per precedere di una ventina di secondi Simone Faustini (figlio d’arte, il padre Osvaldo è stato un grande della maratona italiana negli anni Ottanta) e di 37 Davide Danesi (Atl.Gavardo ’90). Fra le donne ritorno al successo per Monica Morstofolini che sta lentamente tornando alla piena forma dopo una lunghissima assenza per infortunio. La portacolori dell’Atl.Gavardo ha preceduto Clara Faustini, sorella di Davide, e Anna Saottini Bresciani.

NONANTOLA: Il Corritalia era qui abbinato alla 29esima edizione della Al Gir d’la Partecipanza che ha portato alla partenza ben 2.096 corridori impegnati su 14,5 km. Successo per Davide Benincasa (Madonnina) davanti a Nichi Stanzani (Gs Gabbi) e Federico Meiatini, mentre la gara femminile è andata a Daniela Montanari (Pol.Madonnina) su Giorgia Ruffilli e Annarosa Mongera, sue compagne di squadra.

MASSA CARRARA: C’era grande attesa per la competizione toscana che ha visto primeggiare in 30’49” Stefano Ricci (Apuania Running) davanti a un “ospite”, Michele Balzano dell’Atl.Vercelli in 31’36”, terzo Dante Bertoneri (Atl.Siena) in 32’48”. Nella prova femminile acuto di Sara Arrighi (Arci Favaro) in 33’44” che ha preceduto Michela Marara (Apuania Running/43’01”) e Marta Lombardi (Atl.Casone Noceto/48’39”).

MESSINA: Grande appuntamento anche in Sicilia, con presenze anche da fuori l’Isola. La gara era su 7 km e la vittoria ha premiato Maurizio Piccolo (Indomita Torregrotta) in 22’01” con 5 secondi su Dario Bruneo (Forte Gonzaga) e 10 sul compagno di colori Giuseppe Fiammante con la società del vincitore che ha piazzato quattro atleti ai primi cinque posti. Cristina Ciraolo (Pod.Messina) si è aggiudicata in 28’46” la prova femminile davanti a Caterian Oteri in 2901” e Maria Pistone in 29’22”, entrambe del Forte Gonzaga.