Pubblicità
Home Girls Video Cos’è per te la corsa?
Pubblicità

Cos’è per te la corsa?

0

Ci sono vari motivi per cui si corre, per allenamento, per dimagrire, per fare fiato o solo semplicemente per liberarsi. Si associa la corsa alla fuga da qualche problematica o semplicemente la voglia di tornare a casa di infilarsi le proprie scarpe e staccare i piedi qualche volta da terra per sentirsi più leggeri.

Adoro curiosare in internet e sono capitata in un bellissimo blog che si chiama Vado di Corsa di Debora Bionda, dove in uno dei suoi post parla di questo libro: CORRERE E’ UNA FILOSOFIA di Gaia De Pascale (Ponte alle Grazie) e lo cita così:

“Si corre per dimostrare il proprio valore, come gli dèi e gli eroi greci, come i molti che, giorno dopo giorno, ingaggiano la propria battaglia per correggere le storture del destino. Si corre per recuperare la propria infanzia, sempre alla ricerca del tempo perduto, di un’oasi di purezza alla quale tendere, senza accontentarsi di guardarla con nostalgia. Si corre per agguantare la propria libertà: oltre i vincoli sociali, culturali, oltre le sbarre di qualsiasi prigione, mentale o reale, fisica o emotiva. Si corre per dare più senso alla propria vita, o per costruirsene una diversa, fatta a propria immagine e somiglianza. Si corre per provare emozioni, sempre più intense, sempre più vere. Si corre perché si è un po’ folli e perché si cerca, nel caos contemporaneo, di trovare il proprio scampolo di solitudine. Si corre per migliorare la propria salute, e per prendere lezioni di verità dal proprio corpo. Si corre per provare dolore, e per imparare ad accettarlo, in un costante esercizio di determinazione, fino a diventare abbastanza resilienti da far fronte a qualunque ostacolo esistenziale. Si corre, anche, per spogliarsi dei condizionamenti e fare qualcosa solo per sé, qualcosa che valga solo nel momento in cui si compie, nel qui e ora del suo svolgimento, e che racchiuda in questo presente di fatica e sudore il senso di tutto il passato e di tutto il futuro. … Si corre perché correre piace. Perché correre rende felici. La felicità del niente. … Eccola qui, la felicità della corsa, il gusto di un gesto senza senso, che non produce niente, che non serve a niente. Un’attività che si bea dei suoi aspetti estremi, che ostenta il suo essere fuori norma, che viaggia sulle ali dell’effimero: partire anche se si sa che non si arriverà mai primi, fare qualcosa di grandioso senza lasciare traccia. … Vince chi gode di più. In fondo quale felicità più grande si potrebbe rincorrere?”

“Leggere per capire. Correre per credere.”

Quindi Cosa è per te la corsa? Scrivici i tuoi pensieri a: redazione@4Actiongirl.it

Pubblicità