Home Ciclismo News Domenica si sale fino ai 2.000 metri di Passo Pampeago nel comprensorio...

Domenica si sale fino ai 2.000 metri di Passo Pampeago nel comprensorio del Latemar

0

Domenica si sale fino ai 2.000 metri di Passo Pampeago nel comprensorio del Latemar

Trofeo Passo Pampeago, ci siamo. Parte domenica 15 settembre alle 10.30 la seconda edizione della cronoscalata che conduce da Tesero (TN) alla sommità del Passo Pampeago, a circa 2000 metri di quota. Oggi si chiudono le iscrizioni, dopo di che resteranno solamente poche ore per oliare le catene e preparare al meglio le bici perché sui 10 km e mezzo di gara non si scherza. La salita inizia con un primo tratto in cui serve scaldare bene le gambe ed il fiato, perché i chilometri successivi non danno tregua. Fino a Stava le pendenze si attestano su una media dell’8,5% ma poco dopo, giunti al bivio per Passo Lavazè, si mette la freccia a destra in direzione dell’Alpe di Pampeago e qui inizia il divertimento. Sugli iniziali lunghi rettilinei si respira ancora profumo di Giro d’Italia, di campioni e tappe da hall of fame. L’inclinazione arriva tra il 10 ed il 12%, con brevi tratti che toccano persino il 16%, una vera e propria manna per gli scalatori doc. Quando saranno trascorsi quasi 8 km si raggiunge Pampeago, celebre arrivo di tante tappe rosa, da cui si prosegue ancora per gli ultimi 3 km che serpeggiano tra i pascoli del comprensorio del Latemar fino al traguardo. Mentre si attendono le ultime conferme si sa già che tra gli iscritti ci sarà il fiemmese portacolori del team Carraro, Jarno Varesco, sicuro candidato al podio. Una sua vittoria domenica farebbe inoltre registrare l’en plein personale nella prima edizione dell’Up Hill Challenge, il nuovo mini-circuito in tre cronoscalate per veri intenditori tra Veneto e Trentino. Varesco, infatti, aveva fatto sue le due salite della Volano – Monte Finonchio (10 agosto) e dell’Extreme Race Punta Veleno (1 settembre). Al via di Tesero non ci sono dubbi che sarà carico più che mai. A dargli del filo da torcere ci proveranno anche alcuni “volti noti” del Trofeo, con tanti master protagonisti lo scorso anno nelle varie categorie. Ritroveremo quindi Matteo Giacomuzzi (M1), Tarcisio Linardi (M4), Piergiorgio Dellagiacoma (M5) e Guido Demetz (M6). In loro compagnia ci sarà anche il trentino Paolo Decarli (M3) che la prossima settimana gareggerà anche nella finale del Campionato del Mondo Master e Cicloamatori UCI – UWCT di Trento. In campo femminile, infine, gli occhi sono tutti puntati su Serena Gazzini del Team Carraro, “la mamma volante” di Villa Lagarina, come alcuni la chiamano, che farà il suo rientro in gara dopo essere diventata mamma lo scorso luglio della piccola Giorgia. Il suo passaporto sportivo conta numerosi successi, a partire dal debutto nella nazionale su strada e a cronometro a soli 16 anni, poi a 18 l’inizio della carriera da professionista fino alle vittorie degli ultimi anni in numerose granfondo, tra cui anche la trentina Leggendaria Charly Gaul Trento – Monte Bondone (2011). A contenderle questa seconda edizione della crono di Passo Pampeago ci saranno Ilse Pertoll, unica donna in gara nel 2012, Franziska Tanner, Sabine Gandini, Elisa Zamboni e Sara Sommavilla. Per tutti il via scatterà da Piazza Nuova di Tesero alle 10.30 dove verranno chiusi al traffico i primi 500 metri di percorso per favorire la partenza dei corridori. Sulla restante parte del tracciato il traffico rimarrà aperto, ad eccezione del tratto finale tra Pampeago ed il Passo che chiuderà dal mattino e fino al primo pomeriggio. Gli spettatori potranno tuttavia salire a Passo Pampeago con gli impianti di risalita dello Ski Center Latemar.