Home Surf News Energia dalle onde: Giant e Wem al via a Venezia
Pubblicità

Energia dalle onde: Giant e Wem al via a Venezia

0

Sarà presentata martedì 16 aprile l’iniziativa di Agire (Agenzia Veneziana per l’Energia) che mira a fornire al capoluogo veneto una fonte inesauribile di energia pulita. Il progetto, battezzato Energia dalle Onde è in piena fase sperimentale; sono stati installati in mare aperto due diversi prototipi denominati Wem e Giant che utilizzano in maniera differente il movimento dell’acqua per produrre elettricità. Un terzo apparecchio è stato installato in laguna, nel canale della Giudecca. Ora non ci resta che sperare che tornino le onde, anche per il bene della green economy! 😉

Ma come funzionano questi dispositivi?

Per rendere più semplice la spiegazione potete innanzitutto vedervi il seguente video:

Come già detto, si tratta di 3 particolari generatori collegati a dei galleggianti:

GIANT(Generatore Integrato Autonomo Non Tradizionale) è in grado di produrre fino a 12mila Kwh ogni anno ed è già in fase di sperimentazione con un dispositivo di prova nel canale della Giudecca, nel quartiere San Basilio.

?

Gli altri due generatori sono di tipo modulare, semplici e in grado di sfruttare anche un moto ondoso di piccole dimensioni: si attivano infatti con onde poco superiori ai 20 centimetri, perfetti quindi per l’Adriatico e il Mediterraneo in genere.
WEM (Wave Energy Module) è un “modulo” costituito da un corpo centrale e da 6 bracci, all’estremità dei quali sono posizionati dei galleggianti. Questi, muovendosi per effetto delle onde, trasferiscono la loro energia potenziale ad un dispositivo interno al corpo centrale che, mediante opportuni meccanismi, mette in rotazione un generatore, producendo così energia elettrica trasferibile in rete. Secondo informazioni non ufficiali dovrebbe riuscire a produrre energia per circa 35mila Kwh all’anno.

L’altro progetto prende il nome di WOM: il meccanismo è simile al precedente, ma il suo scopo non è di produrre elettricità bensì acqua desalinizzata, che possa essere così distribuita a terra o in mare a seconda delle necessità.

FONTI:
wempower.it
repubblica.it

Michele Cicoria – Meteo & Surf

info@meteoesurf.it

Pubblicità
Advertisement