Home Ski Eventi Festival Torino e le Alpi 2014
Pubblicità

Festival Torino e le Alpi 2014

0

Nel week end del 12, 13 e 14 settembre con la Compagnia di San Paolo si parla di montagna: non della solita ma di quella attuale e contemporanea che con i suoi caratteri, nuovi e vecchissimi allo stesso tempo, si sorprende – e ci sorprende – affascina i giovani, attrae il pubblico, stimola la creatività.

Due giorni a Torino ed Exilles, con esposizioni di opere di giovani artistiproiezioni cinematograficheletteratura,musicadanzaincontri con autori e registi in cui il mondo alpino è soggetto ispiratore di nuova creatività e oggetto di nuove espressioni. E ancora trekkinglaboratori per bambiniworkshop di scrittura e momenti conviviali per un fine settimana piacevole e inconsueto.

banner_TOAlpi_232x84px

La rassegna offre una prospettiva contemporanea e dinamica sulla montagna, lontana da retorica e stereotipi: è un’iniziativa nell’ambito di Torino e le Alpi, il programma della Compagnia di San Paolo che mira a rafforzare il rapporto tra la città e il suo arco alpino, per il beneficio di entrambi.

L’arte contemporanea
La mostra “Passi erratici”, a cura di Stefano Riba, si propone di esplorare il legame tra montagna e pianura e riflettere sui cambiamenti della natura e dell’uomo. Partirà dalla pianura per arrivare alla montagna e lo farà con un trekking del Monviso, in cui saranno coinvolti il curatore e gli artisti, e con una successiva residenza in montagna per un gruppo più ristretto di artisti. Da queste esperienze nasceranno i lavori per la mostra al Museo della Montagna di Torino e al Forte di Exilles nell’ambito del festival Torino e le Alpi. Saranno presentati lavori di fotografi, illustratori, scultori, designer, performer che affronteranno i temi del viaggio e dell’esplorazione, della vita alpina passata e presente, della forza ispiratrice della natura, dell’ecologia ed ecosostenibilità, della montagna vista in relazione con la città. Inoltre, la mostra sarà arricchita da un programma di incontri, performance, sonorizzazioni e workshop. In entrambe le sedi, la mostra resterà aperta fino al 28 settembre.

La parola e la letteratura
Circa le iniziative da proporre nell’ambito letterario, esse sono state definite in collaborazione con lo scrittore e curatore Davide Longo: insieme a lui è stato ideato un programma di attività che tra Torino ed Exilles coinvolgerà il pubblico in esperienze dirette come workshop e passeggiate letterarie alla scoperta dell’ambiente alpino e di quello cittadino, e offrirà sguardi inediti sulla montagna. A tal fine verranno coinvolti ospiti noti, come Stefano BenniFabio Geda e Tiziano Fratus, alcuni dei quali si avvicineranno ai temi della montagna per la prima volta, garantendo così un approccio non scontato.

Il cinema e la danza
Letture originali ed innovative sono anche il filo conduttore che ha portato alla scelta delle opere filmiche da proiettare all’interno del programma: danza verticale sulle immagini di archivio del Museo della Montagna, documentari che raccontano il mutamento delle terre alte al crocevia tra tradizione e contemporaneità, e del film prodotto dall’Associazione Forte di Barddal titolo Val d’Aoste Vu du ciel, in cui il fotografo e giornalista francese Yann Arthus-Bertrand, con musiche di Armand Amar, affronta il tema del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, con riferimento particolare all’utilizzo delle risorse idriche.

Per il programma dettagliato e concentratissimo degli eventi consultate il sito www.torinoelealpi.it