Home Ciclismo News Fivestars League si allea con il Centro nazionale trapianti

Fivestars League si allea con il Centro nazionale trapianti

0

Fivestars League si allea con il Centro nazionale trapianti

FSL è prima di tutto attenzione alla salute. Lo dimostra il protocollo d’Intesa siglato a Roma nei giorni scorsi tra il Consorzio FSL (rappresentato dal presidente Gianluca Santilli) e il Centro nazionale trapianti (direttore generale Alessandro Nanni Costa). Al centro del documento la promozione dell’attività sportiva come strumento di tutela della salute, anche nei pazienti che hanno subito un trapianto. Alcuni studi hanno dimostrato la compatibilità dell’attività sportiva con i pazienti trapiantati, tanto da spingere il Centro a promuovere il progetto “Trapianto…e adesso sport” che verifica proprio i benefici dello sport in questi pazienti. Di qui il connubio naturale con il Consorzio FSL che nel suo Statuto sostiene norme specifiche in tema di tutela della salute. L’accordo avrà una durata di due anni durante i quali sarà promossa la partecipazione dei pazienti trapiantati d’organo alle gran fondo del consorzio a dimostrazione che uno stile di vita sano consente anche a chi ha subito un trapianto di fare un’attività sportiva come il ciclismo. FSL e il Centro nazionale si sono impegnati a promuovere questa nuova alleanza che vuole anche sensibilizzare maggiormente le persone sull’importanza della donazione e dei trapianti d’organo. Per questo sarà creata un’apposita commissione tecnica formata da due esperti della comunicazione e della promozione della salute per valutare e individuare apposite azioni da portare avanti in sinergia in questi due anni di preziosa collaborazione. Il Centro nazionale sarà presente alle gran fondo di FSL con un proprio punto informativo aperto a tutti i gran fondisti che vogliano approfondire il tema della donazione e del trapianto. Sarà creato anche un momento di confronto pubblico-scientifico nell’ambito di una delle manifestazioni del consorzio. Da parte sua FSL metterà a disposizione un numero definito di pettorali ai trapiantati per garantire la loro presenza alle cinque granfondo del consorzio: Gf Felice Gimondi, Nove Colli, Sportful Dolomiti Race, Maratona dles Dolomites, laPina cycling marathon. “FSL nasce su varie direttrici ed una, che per me é la principale è la sensibilizzazione sui temi della salute – spiega il presidente del Consorzio FSL, Gianluca Santilli – Far sapere a tutti che una persona che ha subito un trapianto grazie al ciclismo prende meno medicine e gode di un migliore stato di salute é alla base di questo accordo. FSL può e soprattutto deve essere lo strumento del ciclismo amatoriale per diffondere i principi sani quali l’etica, l’attenzione all’ambiente, e, appunto, la salute”.