Pubblicità
Home Wing Eventi Foiling Week 2021: spettacolo con la WingFoil Euro Cup
Pubblicità

Foiling Week 2021: spettacolo con la WingFoil Euro Cup

0

Si è conclusa, sul Lago di Garda, la manifestazione internazionale dedicata a tutte le imbarcazioni con il Foil. All’interno, anche la prima edizione dell’ISWA WingFoil Euro Cup, vinta da Francesco Cappuzzo (Racing) e Riccardo Zorzi (AirStyle).

Cala il sipario sull’edizione 2021 della Foiling Week, il primo e unico evento globale dedicato alle imbarcazioni dotate di Foil, ai loro marinai, designer e costruttori.

All’interno della manifestazione ha avuto luogo la primissima edizione della ISWA WingFoil Euro Cup, competizione continentale di WingFoil valida anche come quinta tappa del campionato italiano CKWI e FIV.

La WingFoil Euro Cup ha incoronato, come suo primo campione nel racing, l’italiano Francesco Cappuzzo, che con una regata perfetta, si lascia dietro Riccardo Zorzi (ITA) e Pietro Leon Kiaulehn (ITA). Nel corso della tre giorni di gara sono state disputate 12 prove di short track, con l’ultimo giorno dedicato esclusivamente alla nuova disciplina Airstyle, che combina elementi di trick dal windsurf e dal kiteboard freestyle.

Il tracciato di gara del racing era composto da un quadrilatero, con una partenza inclinata al lasco fino alla boa 1, poi un lato di poppa, un lungo lasco/traverso dall’altra parte dell’area di regata e una lunga bolina verso l’ultima boa prima della linea di arrivo. Il limite del vento per le regate è attualmente intorno agli 8/9 nodi, ma con il miglioramento delle capacità e dell’attrezzatura sarà presto molto più basso.

Cappuzzo si è dimostrato imbattibile con la sua attrezzatura RRD, personalizzata e ben trimmata, lungo il percorso di circa 500×500 metri dove ha tenuto bene sotto controllo la flotta, con alcuni passaggi davvero impegnativi.

Con i venti più deboli, l’esperienza di Cappuzzo e Zorzi hanno tenuto a bada la concorrenza, ma è ancora presto per questa giovane disciplina velica e le capacità migliorano ad ogni gara.

Nella stessa giornata, dopo un altro paio di prove di percorso, è partita la prima manche del format Airstyle che si è svolta con vento sui 15 nodi, ma arrivati alla seconda, il vento ha girato a sinistra e si è spento, fermando la competizione.

L’ultimo giorno, il vento ha soffiato abbastanza a lungo da consentire il completamento del tabellone ad eliminazione dei dingle.

Cappuzzo e Zorzi avevano entrambi vinto il loro primo turno di manche e sono stati portati direttamente in semifinale. Stefan Spiessberger (AUT) ha sconfitto il romano Dell’Omo nella sua batteria di ripescaggio per passare alla semifinale per affrontare Zorzi, l’ultimo vincitore della competizione. La prova a messo di fronte la varietà Spiessberger con le mosse potenziate di Zorzi, ma alla fine, a vincere, è stato l’italiano.

Nella seconda semifinale, Cappuzzo ha sconfitto Migliorini (ITA) in un’altra manche ravvicinata che lo ha lasciato infortunato dopo un contatto ravvicinato con il proprio Hydrofoil.

La B-Final è stata probabilmente la heat più ventosa della giornata, con Spiessberger che ha mostrato un’altra dimostrazione di varietà finendo terzo assoluto, battendo di misura l’esperto Migliorini che non si è però lasciato intimorire dall’austriaco.

In A-Final, purtroppo, il vento ha iniziato a calare lentamente lasciando il più pesante Cappuzzo senza molte opzioni, obbligandolo nella seconda parte della HEAT anche a pompare per riprendere velocità. Nonostante i trick di altissimo livello del siciliano, i potenti e alti salti invertiti hanno fatto la differenza nella finalissima ed hanno permesso a Zorzi di aggiudicarsi la vittoria nell’AirStyle, prendendosi la rivincita per il secondo posto nel racing.

L’appuntamento ora è con le prossime competizioni del calendario 2021 della CKWI – Classe Kiteboarding e WingSport Italia, e con l’edizione 2022 della Foiling Week.

Articolo precedenteVans Eco Theory Collection: le iconiche silhouette di Vans, da oggi più sostenibili
Articolo successivoL’Argentina vieta l’allevamento del salmone
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità