Home Mtb News Fontana, buon terzo posto a Windham

Fontana, buon terzo posto a Windham

0

Fontana, buon terzo posto a Windham

Appuntamento agrodolce per i colori italiani a Windham nella seconda delle prove di Coppa del Mondo disputate oltre Atlantico. Nella cittadina dello Stato di New York a lanciare un segnale positivo in vista dei Giochi Olimpici di Londra è stato Marco Aurelio Fontana, protagonista per tutta la gara disputata con un clima infuocato, 34° e alla fine premiato dal terzo posto che fa il paio con quello di Houffalize. Fontana ha corso con saggezza, lasciando sfogare all’inizio il compagno di colori Manuel Fumic e seguendo le orme del sudafricano Burry Stander. Fumic si è ritirato nel corso del terzo giro al pari dei due favoriti della gara, l’iridato Kuhlavy e lo spagnolo Hermida, a quel punto il sudafricano ha preso l’iniziativa: lo spagnolo Mantecon Gutierrez, vicecampione europeo ha provato a tenere ma poi ha scelto di lasciarlo andare. Scelta che ha operato subito Fontana perdendo di colpo una ventina di secondi ma centellinando le energie, cosa che gli ha permesso di rintuzzare nel finale il ritorno dell’americano Todd Wells, esaltatosi sui sentieri di casa. Questi risultati portano Stander a un soffio dal leader della classifica, lo svizzero Schuster assente a Wndham, mentre Fontana risale al quarto posto.

Non altrettanto bene è andata a Gerhard Kerschbaumer nella prova per Under 23, che ha regalato la seconda vittoria in una settimana all’olandese Van Der Hejiden. Come spesso avvenuto in questa stagione, il portacolori della TX Active Bianchi è partito bene, transitando alla fine del primo giro secondo a 23” dall’americano Howard Grotts, poi mentre Van Der Heijden si riportava sullo statunitense, Kerschi andava progressivamente perdendo terreno vedendosi passare da altri protagonisti, fino a chiude al sesto posto a 2’04” dal vincitore, che precedeva di 48” il tedescho Svhulte Luenzum e di di 1’06” lo svizzero Ildegand. Per la prima volta a fine gara il team manager Massimo Ghirotto ammetteva le difficoltà del campione altoatesino: “”E’ un risultato che non ci soddisfa, ma siamo comunque contenti perché Gerhard ha rischiato il ritiro per via di un blocco intestinale con conati di vomito, che ha condizionato la sua prestazione. Il ragazzo è deluso ma deve rimanere tranquillo aspettando di riscattarsi nella prossima gara”.

Dramma sportivo nella prova femminile dominata dalle ragazze del Luna Pro Team, tre ai primi tre posti, ma proprio quando l’americana Georgia Gould aveva accarezzato il sogno di riportare una vittoria statunitense in Coppa a 13 anni dallì’ultima firmata Alison Dunlap, una foratura ha rotto l’incantesimo: la Gould ha iniziato a spingere la bici verso il traguardo vedendo con le lacrime agli occhi passare la campionessa iridata Pendrel e la ceka Nash andare a conquistare le prime due posizioni.