Home Girls News Foresta Terapia: la medicina è naturale
Pubblicità

Foresta Terapia: la medicina è naturale

0

Stress, cattive abitudini e stanchezza: corriamo al riparo nelle foreste. Il #MondayRelax di oggi arriva direttamente dal Giappone e prende il nome di Shinrin-yoku, che letteralmente significa “fare il bagno di foresta”. Infatti, secondo il popolo orientale, godere a pieni polmoni di un pomeriggio nella natura è una vera e propria soluzione antistress. Ma non solo, a dimostrarlo è entrata in gioco anche la scienza: secondo recenti studi effettuati dall’Università di Chiba, camminare e respirare in un bosco sembra essere un vero toccasana per la salute. I test eseguiti su un gruppo di 300 volontari giapponesi che hanno trascorso una giornata in un bosco e la successiva in un ambiente cittadino, hanno dimostrato l’importanza del contatto con la natura sul benessere psicofisico. Infatti, la cosiddetta foresta terapia, oltre ad essere una fonte di benessere per la psiche, sembra essere anche un elisir di lunga vita per la salute.

foresta

Dai test effettuati sono emerse alcune evidenze importanti collegate a questa pratica: la permanenza in un ambiente verde riduce le concentrazioni di cortisolo, il ritmo cardiaco e la pressione arteriosa. Ma non è tutto: il risultato più sorprendente è stato però l’aumento del 53% delle cellule NK, cioè quelle in grado di riconoscere ed eliminare virus, batteri e cellule tumorali.

Oltre alle dichiarazioni dei Giapponesi, anche i ricercatori del Finnish Forest Research Intitute hanno raccolto prove scientifiche sul ruolo giocato dalla natura nella prevenzione dello stress e delle malattie. “Andar per boschi”, spiega Eeva Karjalainen, autrice dello studio, “può persino rafforzare il sistema immunitario aumentando l`attività delle cellule che distruggono le cellule tumorali. Tra i sintomi alleviati dalle full immersion nel verde ci sono pressione arteriosa, frequenza cardiaca e tono muscolare. Anche i bambini affetti da sindrome di iperattività possono trovare giovamento dal contatto diretto con i boschi.”

Pubblicità