Pubblicità

Freeride 2018: viaggio in Giappone “per poveracci”

0

Japan’s FreeRide Snowboarding 2018 “Per Poveracci”

Durata: 9 giorni, dal 29 Dicembre 2017 al 7 Gennaio 2018.
Costo: 1600 Euro.

Cosa si può fare: Dalla moderna Tokyo, alle antiche sorgenti termali di Yamanouchi, cittadina della prefettura di Nagano, circondata dalle Alpi Giapponesi famose per la qualità della neve.

Freeride nelle vicine località quali: Ryuoo Ski Park, Shiga Kogen, Hakuba e Myoko. 

In dettaglio: 

Biglietto aereo andata e ritorno tasse incluse: 600€, partenza da Venezia. (prenotato con il giusto anticipo si può spendere molto poco)

Pernottamenti: 300 (8 notti, 3 a Tokyo, 5 a Yamanouchi)
Colazione, Pranzo e Cena: 180 (9 giorni)

Spostamenti in Treno e Bus: 220
Skipass: 200

Scheda internet per iPhone/iPad: 30
Assicurazione medica: 50 

Giorno 1: Arrivo all’aereoporto di Narita e trasferimento in hotel a Kiyokawa, la zona più malfamata di Tokyo, un tempo conosciuto come quartiere a luci rosse e dove nel periodo tra il 1650 e il 1873 sono state giustiziate circa 200,000 persone durante l’era Tokugawa. Non male come prima immersione nelle atmosfere della capitale Giapponese. In serata il quartiere elettronico di Akihabara con il più vasto assortimento di gadget, anime, manga, computer, negozi di fotografia e sexy shop solo per grandi amatori. 

Giorno 2: Visita alla zona di Ueno, al suo grande parco e al mercato di Ameyoko. Poi il quartiere di Shibuya, in cui si trova l’attraversamento pedonale più grande del pianeta e il monumento dedicato al cane Hachiko. Nel pomeriggio visita nel quartiere di Harajuku, il Meiji Jingu nel parco Yoyoji e la via Takeshita famosa per la folla di ragazzini giapponesi che, si accalcano nei piccoli e stravaganti negozi. In serata, festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno sull’isola artificiale di Odaiba, zona ricca di centri commerciali, ristoranti. 


Hachiko

Giorno 3: Trasferimento con il treno proiettile Shinkansen a Nagano e sistemazione in hotel nella cittadina di Yamanouchi, in mattinata passeggiata tra i boschi innevati fino alle sorgenti termali di Jigokudani, dove una colonia di macachi giapponesi sono soliti ripararsi dal freddo pungente. 


Giorno 4: Ryuoo ski park, storico resort solo per snowboarder, aperto fino alle 21:00, con Bus Navetta gratuito da Yudanaka station, lo si può raggiungere in soli 30 minuti. 

Giorno 5: Shiga Kogen é uno dei più vasti resorts invernali Giapponesi con i suoi 71 collegamenti. Raggiungibile in Bus da Yudanaka station in un’ora e mezza. 

Giorno 6: Hakuba Valley, Le Alpi della zona raggiungono un’altezza di 3.000 metri, e le 10 località alpine ricevono costantemente abbondanti nevicate che ricoprono l’area per lunghi periodi. Raggiungibile in auto da Yamanouchi in un’ora e mezza. 

Giorno 7: Myoko Kogen, Le montagne nei dintorni di Myoko ricevono nevicate incredibili in inverno (fino a 14 metri in media) l’umidità è spazzata dal Mare del Giappone e raffreddata dalle cime circostanti. Il Myoko Kogen Ski Resort si compone di nove principali località montane. Raggiungibile in auto da Yamanouchi  in meno di un’ora. 

Giorno 8: In mattinata ritorno a Tokyo, Nel Pomeriggio Tokyo Sky Tree, la torre più alta del Giappone e, con i suoi 634 metri di altezza, é la torre più alta al mondo. In serata la zona di Shinjuku dove poter ammirare il panorama di Tokyo. 

Giorno 9: In mattinata possibilità di tornare in alcuni dei posti visitati, nel pomeriggio rientro in Italia.

TUTTE LE FOTO NELLA GALLERY A QUESTO LINK

Testo e Foto: Mauro Primiero and friends