Home Ciclismo News GF Colli Ascolani, Pianoro di San Marco

GF Colli Ascolani, Pianoro di San Marco

0

GF Colli Ascolani, Pianoro di San Marco

Almeno per un giorno in questo terrazzo naturale che sorge sulle pendici della Montagna dei Fiori, la cronaca nera ha lasciato il passo a quella sportiva che ha incoronato l’ex professionista polacco Hubert Krys (Cicli Copparo Sintesi) e Sandra Marconi (Mary Confezioni Team Viner). I due ciclisti hanno conquistato al culmine di quell’enorme formazione di roccia calcarea che caratterizza questo rilievo collinare, il loro terzo successo consecutivo in soli sette giorni. Entrambi infatti hanno primeggiato nelle classifiche della Gran Fondo Colline del Verdicchio (tenutasi a Serra de Conti lo scorso 22 Aprile), la Gran Fondo Maremonti (che ha colorato il lungomare di San Benedetto del Tronto mercoledì 25 Aprile) e oggi nella 4° Gran Fondo Colli Ascolani Sfera Marathon, valida quale seconda prova del circuito Marche Marathon. Entrambi si sono esibiti in una prova di forza per conquistare questo successo. Sandra Marconi guidata dal suo presidente Gianni Luzi e Fausto Aloisi voleva questo successo nella manifestazione organizzata dalla sua società ed è riuscita ad ottenerlo grazie ad una splendida prova. Hubert Krys (Cicli Copparo Sintesi) era il ciclista che insieme a Dmitry Nikandrov godeva del favore del pronostico. Ma quando la terza vittoria consecutiva sembrava ormai sfuggita, sotto i colpi di pedale di Nikandrov che allungava alle porte di Ascoli Piceno conquistando 1’50” di vantaggio, il portacolori della formazione di Raffaele Consolani, mette a segno l’ennesima prova di forza e dimostra ancora una volta il suo indiscusso valore, con una azione che lo vede negli ultimi dieci chilometri lanciarsi, in salita, all’inseguimento di Nikandrov. Dopo averlo raggiunto a quattro chilometri dal traguardo Krys forza nuovamente il ritmo andando a centrare il prestigioso successo con 1’35” di vantaggio sull’ex professionista russo. Ma sono i primi tre ciclisti della classifica generale di questa prova a scrivere i più importanti ed entusiasmanti capitoli di questo evento. Al chilometro 55 Luciano Mencaroni (Pedale Fermano Amatori Gi. Vi) lungo la salita che conduce a Montegallo, allunga da un drappello di tredici unità, tra cui il compagno di squadra Michele Miglionico. Resterà al comando in perfetta solitudine per oltre quaranta chilometri, prima di essere raggiunto da Krys, Nikandrov e Miglionico: “Ho provato la fuga solitaria con il chiaro intento di anticipare la salita finale, ma dopo quaranta chilometri di fuga solitaria sono stato raggiunto da tre ciclisti che in questa prima parte di stagione stanno dimostrando il loro valore”. Dopo il ricongiungimento anche il resto dei fuggitivi riesce a riportarsi sui battistrada e da questo drappello allunga Dmitri Nikandrov: “Non è stato un vero e proprio allungo il mio – afferma il ciclista russo – mi sono ritrovato solitario al comando e ho continuato nella mia azione, conquistando un vantaggio tale da regalarmi almeno un piazzamento. Ma Krys è andato veramente forte”. Gli ultimi dieci chilometri di questa 4° Gran Fondo Colli Ascolani Sfera Marathon sono rappresentati dalla salita che conduce al Pianoro di San Marco (530 metri di dislivello pendenza media 5,3% e massima 8%) ed è proprio qui che Hubert Krys inizia il suo forcing. Il vantaggio del battistrada scende inesorabilmente e nel finale dopo aver raggiunto il battistrada Krys continua a forzare e chiuderà con 1’35” di vantaggio su Nikandrov. Nella Medio Fondo successo al femminile di Chiara Ciuffini, aquilana classe ’85 un recente passato tra le elite con i colori della Michela Fanini Record Rox, che si impone davanti a Manuela Bugli e Manuela Rinaldi. Mentre Emanuele Alessiani (Petritoli Bike) si impone in volata su Jarno Calcagno (Team Light Abbronzatura) e Fabio Virgili (Rimini Mobili Bici Shop). Il vincitore si complimenta con l’organizzazione e poi tesse le lodi dei suoi avversari: “Voglio fare i complimenti a Gianni Luzi e Oliver Oddi per averci regalato questa bellissima giornata di sport. Oggi ho conquistato un successo che ha valore doppio perché sono riuscito a tener testa a due ciclisti di valore come Jarno Calcagni e Fabio Virgili”. Calcagni che progressivamente sta conquistando l’ottimale stato di forma è comunque contento del piazzamento, anche se avrebbe voluto dedicare il successo a suo figlio che è dovuto rientrare a casa a causa di un’improvvisa influenza. La delusione si legge invece sul viso di Fabio Virgili che ringrazia i suoi compagni di squadra e in particolar modo Mauro Pieroni: “E’ stato grande si è messo a mia disposizione nel finale e ha lavorato per portarmi nelle prime posizioni e permettermi di giocare le mie carte per la conquista del successo finale. Purtroppo non sono riuscito a regalargli il successo”. La 4° Gran Fondo dei Colli Piceni Sfera Marathon passa agli archivi facendo segnare un’importante successo organizzativi per il collettivo della Mary Confezioni Team Viner e l’amministrazione comunale che ha supportato il sodalizio ascolano nell’organizzazione della manifestazione. Parole di apprezzamento sono state espresse da Massimiliano Brugni, assessore allo sport di Ascoli Piceno, che ha sottolineato come la manifestazione proposta in questa splendida cornice naturale rappresentanti un importante momento di socializzazione e l’occasione per gli appassionati di questa attività di godersi con l’intera famiglia le bellezze che il comprensorio ascolano propone.