Pubblicità
Home Ciclismo News Gf Colli Ascolani: prolungate al 15 aprile le iscrizioni a 20 euro
Pubblicità

Gf Colli Ascolani: prolungate al 15 aprile le iscrizioni a 20 euro

0

Gf Colli Ascolani: prolungate al 15 aprile le iscrizioni a 20 euro

Prolungata fino al 15 aprile la quota di 20 euro per iscriversi alla 4^ edizione della Granfondo dei Colli Ascolani, seconda prova del Marche Marathon. Dal 16 aprile la quota d’iscrizione salirà a 25 euro. La manifestazione sarà anche prova del Tour Race dell’Adriatico e del Campionato italiano di Fondo Udace. A seguito dell’accordo raggiunto con la struttura del Parco Miravalle, che si trova sulla linea di arrivo e partenza, all’interno dello splendido pianoro naturale di San Marco che dall’alto dei suoi 600 metri domina la città di Ascoli, la manifestazione si chiamerà Granfondo dei Colli Ascolani – Trofeo Parco Miravalle. Il quartiere generale sarà all’interno dei locali della struttura stessa (ristrutturata totalmente tre anni fa), dove si svolgeranno le operazioni di iscrizione e consegna dei pacchi gara e dove saranno sistemati stampa, tv e fotografi. All’interno della struttura è presente anche un ristorante, dove si svolgerà il pasta party finale, che sarà preparato da uno chef del ristorante. Nel parco annesso, che ha una piscina scoperta, ci saranno i locali dove i partecipanti potranno fare le docce dopo la gara (cinque docce per le donne e cinque per gli uomini). Due i percorsi, uno di 88 chilometri (1270 metri di dislivello) e uno di 131 chilometri (2080 di dislivello), che presentano alcune variazioni a seguito delle problematiche venutesi a creare a causa dei lavori di sgombero neve (alta fino a 2 metri) sulla salita di Cervara e successiva discesa, che non permettono il transito agli atleti in totale sicurezza. Dopo il via in discesa ad andatura controllata, la carovana scenderà in città in direzione stadio Cino e Lillo Del Duca, dove verrà dato il via ufficiale. Percorrendo la circonvallazione in direzione ovest il gruppo si immetterà sulla Salaria (vecchio tratto) per raggiungere l’abitato di Mozzzano e poi imboccare la provinciale per Roccafluvione in direzione nord. La strada fin qui sarà sempre a salire all’1,5% di pendenza media. Al chilometro 29 si girerà a destra per affrontare la prima asperità di giornata, che in 6,5 chilometri con pendenza media del 3,7% (massima 8%) condurrà all’abitato di Palmiano. Si svolterà quindi a sinistra e si entrerà in una valle che condurrà a Tavernelle (chilometri 3 al 2,3% di pendenza media e massima al 10%). Al chilometro 39 avverrà la divisione. I mediofondisti gireranno a sinistra in direzione Croce di Casale, che sarà raggiunta dopo 5 chilometri (pendenza del 2,5% e massima dell’8%). Raggiunto il valico, posto a quota 730 metri, inizierà una rapida discesa che in 10 chilometri riporterà i ciclisti a Roccafluvione e da qui, percorrendo la stessa strada fatta all’inizio,  si arriverà al bivio S.S. 4 Salaria, dove si svolterà a destra per arrivare, dopo 3,5 chilometri, a bivio Giustimana. A questo punto si riprenderà la “Vecchia Salaria” in direzione Ascoli Piceno, dove si imboccherà la salita del Colle dell’Annunziata per dirigersi all’attacco della salita finale che in 10 chilometri porterà all’arrivo. L’ascesa finale sarà un po’ più impegnativa nei primi 3 chilometri (pendenza media 6,5%) fino all’abitato di Palombare. Seguirà poi 1 chilometro in lieve discesa per rientrare poi nella S.P. San Marco,  dove i concorrenti troveranno, dopo l’abitato di Piagge, un tratto in piano di circa 2 chilometri per poi affrontare gli ultimi 4 chilometri al 4%, privi di difficoltà. I granfondisti alla divisione dei percorsi svolteranno a destra per affrontare la salita di 1,3 chilometri (pendenza media 6,5% e massima 12%) che condurrà a a Castel San Pietro. Giunti in cima, da dove se il cielo sarà limpido si potrà vedere il mare, si proseguirà in direzione Force per 5 chilometri di continui saliscendi, di cui 2 molto accentuati. Alla periferia del paese si svolterà a sinistra e dopo 6 chilometri di discesa si arriverà a Villa Pera. Ora si svolterà a sinistra e si inizierà un tratto di circa 7,5 chilometri, fatti di continui saliscendi (alcuni con pendenza all’8%), che porteranno all’inizio della salita di Croce di Casale, lunga 4,3 chilometri (pendenza media del 4,5% e massima 10%). Sul valico si svolterà a destra in direzione Valico Pescolla, pedalando in un scenario fantastico: in faccia ai ciclisti il Monte Vettore (la vetta più alta delle Marche con i suoi 2478 metri), sulla destra il Monte Sibilla e il lago di Gerosa e sulla sinistra la Val Fluvione e più in lontananza la Montagna dei Fiori e San Marco, sede d’arrivo. Si viaggerà sulla cresta per circa 10 chilometri, superando un dislivello di 250 metri, con alcuni tratti oltre il 10%. Quindi svolta a sinistra in discesa per altri 3 chilometri. Al bivio per Piano si comincerà a risalire per arrivare in circa 4 chilometri agli 840 metri di Montegallo. Da qui in avanti si comincerà a respirare visto che i partecipanti affronteranno 4 chilometri di discesa pura e altri 11 chilometri di falsopiano a scendere, che li riporterà a Roccafluvione, dove i due tracciati si ricongiungeranno per andare ad affrontare insieme gli ultimi 30 chilometri che conducono all’arrivo di Colle San Marco.