Home Wing Eventi GWA Wingfoil World Cup Tarifa 2022 – Day 2

GWA Wingfoil World Cup Tarifa 2022 – Day 2

0

La GWA Wingfoil World Cup ha avuto il suo secondo giorno di gare a Tarifa (ESP). Le condizioni di vento forte e levante hanno permesso di completare i round 1 e la maggior parte dei 2 per gli uomini, oltre ai quarti di finale delle donne. Il forte vento, combinato con i migliori atleti, ha dato vita a una brillante esibizione di freestyle wingfoiling per tutta la giornata.

Il secondo giorno è stato caratterizzato da una vera e propria battaglia generazionale: i più esperti alettisti hanno fatto del loro meglio per resistere, mentre una nuova flotta di giovani piloti è arrivata a dar loro filo da torcere.

Donne: Il forte levante ha iniziato a farsi sentire all’inizio dei quarti di finale femminili, raggiungendo i 25 nodi. L’esperienza in queste difficili condizioni di Tarifa, insieme alla costanza, si sono rivelati elementi chiave per avanzare in questo turno. Non ci sono state sorprese, poiché tutti i nostri migliori atleti sono passati alle semifinali. Nia Suardiaz, Paula Novotna, Flora Artzner e Bowien van der Linden sono rimaste in gara per avere l’opportunità di vincere questo evento. Bowien ha realizzato la migliore prestazione femminile della giornata, con il suo frontside 3 in punta di piedi che le ha fatto guadagnare 5,30 punti.

Uomini: ci sono state alcune prestazioni di spicco per il secondo round, in particolare da parte dei rider più giovani che hanno mostrato una determinazione e una capacità sorprendenti nelle condizioni forti e difficili. Axel Gerard ha disputato un’ottima manche, realizzando un front flip da 6,30 punti che gli ha permesso di avanzare al terzo round. River Moore, quattordicenne locale, ha perso una manche molto combattuta con Xavi Corr nel Round 1, quindi per il Round 2 ha dimostrato ancora più determinazione, chiudendo la sua manche con un impressionante backflip che gli ha fatto guadagnare 7 punti e gli ha dato la possibilità di rimanere in gara per il Round 3. La manche con il punteggio più alto del Round 2 è andata al francese Bastien Escofet, che ha ottenuto un punteggio complessivo di 8,30 per il suo spettacolare front flip. Il Round 2 si è concluso con l’eccezionale performance di uno dei più giovani rider locali, Nathan Berger, che ha sconfitto Riccardo Zorzi con un’inarrestabile esibizione di riding che comprendeva un enorme frontside 7 che gli ha fatto guadagnare 8,4 punti e gli ha permesso di ottenere un meritato posto nel Round 3.
Il vento è purtroppo calato durante la manche finale del secondo round, che proseguirà domani, dato che il vento di levante è nuovamente previsto per i prossimi giorni.
River Moore è un concorrente locale di 14 anni che partecipa per la prima volta a un evento di Coppa del Mondo qui nel suo spot di casa. “Gareggiare qui, nel mio spot di casa, è davvero incredibile”, ha dichiarato River. “Il vento oggi è stato difficile e si è alzato nel corso della giornata. Ho perso per poco la prima manche, ma nella seconda ho dato il massimo con la mia vela da 3 metri e sono riuscito ad atterrare i miei trick. Il punto di forza del wingfoiling è che c’è la gara e il freestyle, e in ogni caso è sempre veloce. Si può andare in alto, gli atterraggi sono fantastici ed è uno sport fantastico. Sta unendo una comunità, unendo persone del kitesurf e del windsurf”.

Articolo precedenteLeatt: le proposte per l’autunno in MTB
Articolo successivoKOO NOVA, occhiali per correre in quota
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui