Home Ciclismo News Il Giro d’Italia Amatori si prepara per il debutto

Il Giro d’Italia Amatori si prepara per il debutto

0

Il Giro d’Italia Amatori si prepara per il debutto

Il programma è già stato definito, si intensificano i preparativi e gli appassionati lo attendono con entusiasmo. Dal mese di febbraio a quello di settembre i cicloamatori avranno l’occasione di girare la penisola: la più importante manifestazione del settore amatoriale non vede l’ora di essere già ai nastri di partenza con 6 tappe/granfondo sparse per l’Italia e le tre giornate finali conclusive ad Alba Adriatica con la stretta sinergia del consorzio turistico locale Asd Costa dei Parchi sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana. Tutte le tappe del Giro e quelle di avvicinamento saranno riprese dalle telecamere di Atlantide Video Service ed avranno programmazione nei canali del digitale terrestre con l’inserimento nel palinsesto di Rai Sport. Maggiori notizie, informazioni aggiornate, modulistica, presentazioni delle tappe di avvicinamento sono riportate sul sito contenente grafiche, articoli, classifiche, aggiornamenti, foto e video. La collaborazione con le riviste specializzate e più importanti del settore daranno ampio risalto all’avvenimento. Locandine, manifesti, ospitalità, gadget saranno i punti di forza del Giro per trasformarlo in un evento di straordinaria coreografia dove lo sport ed il gesto atletico verranno sempre esaltati da una cornice di bellezza e professionalità. La grande carovana del primo Giro d’Italia Amatori sosterrà e pedalerà a fianco di ROCK NO WAR un’associazione di volontariato attiva da numerosi anni sul fronte della solidarietà internazionale, che ha come obiettivo quello di portare aiuto concreto e gioia, là dove guerre o sottosviluppo hanno creato dolore e povertà ovunque nel mondo, senza distinzione di razza, religione o fede politica, e con una particolare attenzione all’infanzia e alle zone più dimenticate del mondo. Dal 2006 si è creato un connubio tra Rock No War e il ciclismo: sono state realizzate infatti tre edizioni della Pedalata per la Pace, due delle quali, dopo aver toccato le più belle piazze d’Italia, si sono concluse a Roma (una in udienza dal Santo Padre ed una in Campidoglio). Questo tipo di manifestazione ha l’intento di promuovere, attraverso lo sport, il tema dei diritti umani ed il diritto alla Pace. Fondamentale per la riuscita delle manifestazioni è stata la collaborazione della Polizia Stradale che, per concessione del Ministero dell’Interno, ha scortato i convogli durante il percorso in tutte le edizioni della Pedalata per la Pace. La logistica avrà una attenzione particolare in occasione delle tre giornate finali del mese di settembre. Sistemazioni in ottimi hotel della Costa dei Parchi con pasti e menù personalizzati, visibilità degli sponsor e dei partners con l’ultimo chilometro della tappa particolarmente scenografico, premiazione con miss, passaggio 40 minuti prima della corsa della carovana del giro con musica e gadget, presenza di ospiti importanti con una professionalità che deve premiare l’impegno di tutti, ciclisti, organizzazione e sponsor.

PROGRAMMA UFFICIALE SEI PROVE DI QUALIFICAZIONE
– Terni, domenica 26 febbraio: 3°Granfondo Francesco Cesarini-Trofeo dell’Amore (organizzazione Asd Il Salice)
– Ancona, domenica 11 marzo: 16°Granfondo del Conero-Cinelli (organizzazione Pedale Chiaravallese)
– Serra dei Conti (Ancona), domenica 22 aprile: 4°Granfondo del Verdicchio (organizzazione Gruppo Sportivo Pianello)
– Borgonovo Val Tidone (Piacenza), domenica 29 aprile: 3°Granfondo Val Tidone e Val Luretta (organizzazione Asd Val Tidone e Val Luretta)
– Fara Sabina (Rieti), domenica 10 giugno: 7° Gran Fondo delle Cerase – “Moser” (organizzazione Asd Pedala Piano)
– Sedico (Belluno), domenica 8 luglio: 3°Granfondo Bellunese Ridley (organizzazione Cycling Team Bellunese)

PROGRAMMA UFFICIALE TRE TAPPE FINALI
Venerdì 14 settembre: Tortoreto-Alba Adriatica
Sabato 15 settembre: Martinsicuro Alba Adriatica
Domenica 16 settembre Giulianova-Alba Adriatica