Home Mtb News Il Lusia chiama i biker alla Val di Fassa Bike

Il Lusia chiama i biker alla Val di Fassa Bike

0

Il Lusia chiama i biker alla Val di Fassa Bike

Manca praticamente un mese al via della Polartec Val di Fassa Bike ed a Moena (TN) i responsabili di Val di Fassa Sport Events, con a capo Roberto Gabrielli, stanno facendo un “check-up” dei punti fondamentali che da sempre rendono la gara fassana, sesta e penultima tappa di Trentino MTB, un’autentica regina.

È un evento che ha bruciato le tappe e che dopo la prova di campionato italiano del 2010 quest’anno si propone come tappa della “UCI MTB Marathon Series”, la Coppa del Mondo per le distanze lunghe.

La Polartec Val di Fassa Bike del 9 settembre, famosa ed apprezzata per il suo percorso che si inerpica tra le Dolomiti, è ormai un appuntamento irrinunciabile per i biker che amano le emozioni forti, soprattutto con la mitica salita dell’Alpe di Lusia, autentico Tourmalet, Alpe d’Huez, Mortirolo, Gavia o Zoncolan del ciclismo in versione off-road. Sono paragoni forti, ma che calzano bene per la gara di Moena, che rimane una delle più gettonate in assoluto.

Ma se è una gara da “grandi” della mtb, è altrettanto vero che nelle sue tre sfumature, marathon, classic e short, è alla portata dei pedali di ogni categoria di biker. I dati dei percorsi sono gli stessi degli anni passati, ovvero 64,2 km con un dislivello di 2.760 metri per il marathon, 49 km e 2.106 metri di dislivello per il classic e 33,4 km con 957 metri di dislivello per lo short, tracciati che vanno ad interessare non solo il comune di Moena, ma anche Soraga, Vigo e Pozza di Fassa.

La Polartec Val di Fassa Bike è un appuntamento molto apprezzato e per questo inserito in diversi circuiti. Fa parte fin dalla prima edizione, e ne è fondatrice, di Trentino MTB, quindi di FCI Marathon Tour, Nobili MTB, Alpine Pearls e Prestigio.

Il perché di tanto successo si legge nell’organizzazione meticolosa messa in campo, una grande attenzione alla sicurezza dei biker, una dotazione sui ristori che ha sempre soddisfatto i partecipanti, ma soprattutto percorsi e scenari da favola. Non a caso Moena è definita “Fata delle Dolomiti” e i percorsi di gara si snodano sempre al cospetto delle più belle cime della Val di Fassa. La cittadina di Moena per l’evento di settembre si trasforma e accoglie la partenza e l’arrivo nella sua piazza principale. Dopo il via è già subito fuoristrada lungo la ski-weg che sale ad abbracciare il Lusia, con un’ascesa ininterrotta per otto chilometri di sterrato puro, per portare i biker ai 2.206 metri di Località Le Cune (unico GPM) con un dislivello di 1.026 metri.

Sull’Alpe di Lusia l’occhio spazia a 360° sulle Dolomiti: di fronte agli atleti si stagliano le Pale di San Martino, poi tutt’attorno i gruppi dolomitici fassani, col Rosengarten di lato, la Marmolada in lontananza, tanto per fare dei riferimenti. Ad ogni salita si accoppia una discesa e quella del Lusia scende veloce per 3 km con un primo tratto da downhill pura verso il bivio Rezila, dove si imboccherà la successiva salita verso Località Colvere (1.881 metri). Una volta scollinati si scenderà a “rotta di collo” per 10 km circa verso una nuova risalita, quella delle Pociace (1.730 metri), a cui faranno seguito i suggestivi passaggi in single track e su sterrato per Pozza (anche lungo la pista da sci Aloch), per dirigersi poi verso Soraga.

Fin qui i due tracciati marathon e classic sono in comune. Chi sceglierà la gara lunga dovrà affrontare la salita, questa volta dolce, verso la frazione di Larcionè e quella un po’ più aspra verso Tamion fino a raggiungere i 1.700 metri di Costa Bergonza, a circa tre quarti di gara. Una nuova discesa in sterrato di 8 km traghetterà poi i partecipanti fino al bivio Terre Rosse e successivamente verso il primo passaggio nel centro di Moena, dove si ricongiunge la classic, prima di immettersi sulla salita per Malga Panna (1.360 metri) e Malga Peniola (1.470 metri). L’ultima fatica di giornata sarà infine la discesa di Medil, che porterà i concorrenti “in picchiata” fino al traguardo di Moena.

All’ombra delle Dolomiti, patrimonio naturale dell’UNESCO, la Val di Fassa è l’unica vallata del Trentino dal cuore ladino. Tradizione e innovazione insieme nella Polartec Val di Fassa Bike, prestigiosa rassegna internazionale off road. Il main sponsor Polartec, LLC,  progetta, produce e commercializza i tessuti ad alta prestazione Polartec®.

Nel frattempo le iscrizioni sono in pieno svolgimento, nettamente superiori allo scorso anno.

Info sul sito www.valdifassabike.it

Ufficio stampa Newspower