Home Ciclismo News In 400 al via dell’ultima prova Fondo/Granfondo FCI

In 400 al via dell’ultima prova Fondo/Granfondo FCI

0

In 400 al via dell’ultima prova Fondo/Granfondo FCI

È andata in archivio a Prossedi (Latina) la quinta edizione della Granfondo dei Monti Ausoni abbinata alla seconda edizione del Memorial Mario Aversa: le note dell’Inno di Mameli hanno risuonato più volte per festeggiare i 22 campioni italiani master che hanno vestito dopo otto prove il tricolore delle specialità Fondo/Granfondo sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana. Oltre alla gioia dei nuovi campioni italiani 2011 c’è stata anche gloria per Matteo Cecconi (Team Terenzi) vincitore assoluto del percorso medio di 90 chilometri e per Mauro De Giuli (Cicli Conti 1980) dominatore del lungo di 120 chilometri. Con la partecipazione di 400 ciclofondisti, la manifestazione, che rientrava anche nei circuiti Lazio Cycling Tour e Trofeo Centro d’Italia, è stata realizzata dalla MB Lazio Ecoliri di Roberto Cancanelli con il patrocinio del comune di Prossedi del sindaco Franco Greco. In mezzo ai tanti master provenienti da Lazio, Abruzzo, Campania, Sardegna, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Molise hanno partecipato nomi importanti del panorama professionistico: Valerio Agnoli (Liquigas-Cannondale), Stefano Pirazzi (Colnago Csf Inox), Domenico Pozzovivo (Colnago Csf Inox), Roberto Cesaro (Miche Guerciotti) e l’under 23 Ivan Buttarazzi (Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano). Palcoscenico naturale della gara è stato il territorio compreso tra Amaseno, Castro dei Volsci, Pastena, Pico, San Giovanni Incarico e Falvaterra (in provincia di Frosinone) a seguito del diniego delle autorizzazioni al passaggio della corsa dei comuni in provincia di Latina creando all’antivigilia non pochi problemi agli organizzatori della MB Lazio Ecoliri entusiasti allo stesso tempo della grande cornice di pubblico presente nella location di partenza e di arrivo a Prossedi. La mediofondo di 90 chilometri ha avuto un esito incerto quando ai piedi della salita di Prossedi, a 2,5 chilometri dalla conclusione, si è presentato un gruppo di una trentina di unità per contendersi il successo finale. Ma le dure rampe dell’ascesa (punte al 10%) hanno ben presto selezionato il drappello di testa per merito di Matteo Cecconi (Team Terenzi), Emiliano Fanfarillo (GC Priverno) ed Emanuele Poeta (Team Ponte) che hanno impresso un ritmo elevato. Il forcing decisivo ai 500 metri è stato quello di Cecconi che sotto il traguardo ha potuto festeggiare l’undicesimo successo stagionale. Protagonista indiscusso della granfondo di 120 chilometri è stato Mauro De Giuli (Cicli Conti 1980) che si è esaltato nel tratto “ciociaro” del percorso, sulle sue strade di casa nella vicina Ceccano, quando è riuscito a sorprendere il gruppo con un coraggioso attacco da lontano al primo passaggio sulla salita di Pastena quando mancavano ancora 60 chilometri alla conclusione. De Giuli ha proseguito in compagnia dei professionisti Cesaro e Pozzovivo che erano rimasti passivi alla sua ruota non potendo influire in maniera diretta sull’andatura del corridore ciociaro in quanto “ospiti” del comitato organizzatore. Con circa tre minuti di vantaggio sul resto del gruppo, De Giuli ha potuto brindare al secondo successo stagionale all’arrivo di Prossedi dopo aver vinto nel mese scorso di settembre la Granfondo dei Monti Lucretili a Tivoli. All’arrivo tutti i ciclisti, dal primo all’ultimo, hanno ringraziato pubblicamente gli organizzatori per il servizio svolto dai numerosi addetti ai lavori impegnati nei punti cruciali lungo le strade  e, soprattutto, per la bellezza dei percorsi anche se ridimensionati nelle ultime 48 ore. Spazio alle premiazioni e alla tanto attesa vestizione delle 22 maglie tricolori alla presenza di Camillo Ciancetta (consigliere FCI), Antonio Placchi (componente della struttura tecnica amatoriale FCI), Angelo Caliciotti (presidente FCI Lazio), Tony Vernile (vice presidente FCI Lazio), Nicolangiolo Zoppo (presidente commissione amatoriale e cicloturistica FCI Lazio), Franco Greco (sindaco di Prossedi), Domenico Tennenini (vice sindaco di Prossedi), Tony Palladini (assessore allo sport di Prossedi), Emanuele Costantini e Virgilio Lombardi (consiglieri comunali), Antonio Di Vito delegato di Telethon per il comune di Roccasecca. Presenti anche i familiari del compianto Mario Aversa che ha rappresentato lo sport a tutti i livelli dal calcio (dirigente del Ceccano Calcio) al ciclocross (sua specialità preferita nei trascorsi da atleta).