Home Snowboard News Itinerario Marmolada Punta Penia, 3343 m

Itinerario Marmolada Punta Penia, 3343 m

0

penia
Legenda Simbologia Itinerari Snow-Alp cliccando qui

Accesso
Val di Fassa > Canazei > Passo Fedaia

Cartografia
Marmolada Pelmo Civetta Moiazza – Tabacco Carta N° 015 1:25000

Descrizione
Una delle più belle gite dolomitiche alla conquista della “regina”. La “regina” è la cima più alta delle Dolomiti: con i suoi 3343 metri di altezza, la “regina” domina dall’alto tutte quante le altre cime circostanti e non solo. La Marmolada, oltre ad essere stato famoso teatro di guerra, è anche l’unico gruppo dolomitico con un vero e proprio ghiacciaio che purtroppo in questi ultimi anni si è ridotto notevolmente.

La gita percorre in parte questo ghiacciaio e regala tantissime emozioni, sia per le difficoltà durante l’ascensione e la discesa, sia per l’incredibile panorama che si gode dalla cima. Se il vostro livello di esperienza e allenamento ve lo consente, questa è una vera e propria gita “top”, assolutamente imperdibile!

marmolada_2

Punto di partenza
Stazione a valle (2075) o a monte (2625) della cestovia Passo Fedaia.

Salita
Se l’impianto di risalita è chiuso, dalla stazione a valle seguire la pista da sci fino ad arrivare al rifugio Pian dei Fiacconi presso la stazione a monte. Dal rifugio, proseguire in direzione sud-ovest puntando all’evidente grande dorsale rocciosa che scende da Punta Penia. In prossimità delle rocce, superarle ed entrare sulla sinistra in un ampio catino esposto a nord che sale sempre più ripido. Risalire il catino ed al primo pendio accessibile esposto a est, girare a destra e continuare a salire per terreno molto ripido e spesso in traverso. Soprattutto in questo tratto necessaria massima prudenza, piccozza e ramponi. Giunti al termine del ripido pendio, si giunge alla vetta in direzione sud per ulteriori pendii piuttosto ripidi.

Note:
Subito dopo Pasqua termina la stagione invernale della cestovia che porta al rifugio Pian dei Fiacconi (2626) per cui la salita, partendo dalla stazione a valle, diventa impegnativa e piuttosto lunga. Non sottovalutare l’altitudine e l’esposizione della gita e assicurarsi prima di partire delle ottime condizioni meteo e del pericolo valanghe.

marmolada_3

Discesa
Lungo l’itinerario di salita oppure, in condizioni di innevamento assolutamente sicure, c’è la possibilità di scendere lungo la Val Gran Poz per delle tracce a dir poco entusiasmanti. Subito sotto alle rocce finali di questa variante, tenere la destra rimanendo il più alti possibile per riuscire a tornare al parcheggio a valle della cestovia senza dover spingere o togliere la tavola. Non scendere verso il bosco: salti di roccia evidenti e pericolo valanghe!

marmolada_4

Per scoprire tutti gli itinerari Snow-Alp presenti sul nostro sito visitate il link: Itinerari Snow-Alp

Quale itinerario vorreste scoprire la prossima settimana? Scrivetelo all’email redazione@4snowboard.it oppure sulla nostra pagina Facebook! Scegliete dalla lista che trovate al link: Itinerari Snow-Alp con Guido Colombetti

marmolada_1

Itinerari precedentemente pubblicati:

Itinerario Vedretta della Busazza, 2850 m

Itinerario Cima San Giacomo, 2742 m

Itinerario Punta degli Spiriti, 3467 m