Home Windsurf News Jason Polakow: My five favourite waves

Jason Polakow: My five favourite waves

0

Ieri sera abbiamo postato il video by Red Bull delle migliori 5 onde di Jason Polakow della sua carriera! Visto il successo di visualizzazioni che ha avuto sulla nostra pagina facebook non possiamo che pubblicarlo anche su questo canale. Questo è il primo episodio “JP Chronicles” , e vediamo se Jason metterà nei prossimi episodi anche la sua recente e pazzesca session a Oahu dove ancora una volta, tanto per cambiare, ha rischiato la vita! 4Windsurf ha già a disposizione l’articolo di questa nuova avventura di JP, prossimamente sul magazine!
Nel frattempo se volete seguire Jason Polakow che si trova al momento in Canada, diventate fan della sua pagina (CLICCA QUI), è aggiornata quotidianamente e a nostro giudizio proprio ben fatta con contenuti sempre interessanti e adrenalinici, non per niente è un è un rider del Team Red Bull.

Buona visione!

CLICCA QUI per vedere il video.

jp

 

Jason Polakow has surfed some of the best waves on the planet. Here are five he’ll never forget.

Few people in the world have ridden as many waves as world-champion windsurfer Jason Polakow. Whether he’s got a sail in his hands, towing in behind a jet ski, or paddling in on a shortboard, the fearless Aussie is one of the hardest-charging wave-rippers on the planet.

In the video above, he shares some of his favourite waves in the world, starting in his home country of Australia: “The northwest coast of Australia has tons of incredible waves, and with the right resources – a proper off-road vehicle – you can get some incredible rides,” he says.

And the second wave in Australia from the video? “I can’t say exactly where that is – but it’s comparable to Teahupo’o. A dredging, hollow, left-hand barrel!”

polakow-best-waves

Of course, then there’s Teahupo’o itself – one of the nastiest waves on the planet. Why? “It’s the shallowness of the reef – It’s so easy to bounce off the bottom, and the coral is super sharp,” answers Jason. “Land the wrong way, and you could peel all the skin off your face.” Such injuries are known in the surfing world as ‘Tahitian tattoos’.

But of course, there’s always the ultimate wave, sitting just up the shore from Jason’s Maui home: Jaws, or Pe’ahi. It’s a place where Jason has ridden many a wave, and taken many a beating – including an infamous three-wave hold-down back in 2011. He’s the only surfer in the world to have experienced being underwater at Jaws for that long – and he’s grateful for his survival.

But having surfed some of the biggest and best waves on the planet, Polakow still has his eyes on a few more spots that aren’t exactly easy to reach – such as Cortes Bank off the coast of San Diego or Predra Branca off of Tasmania.

Both waves require a boat to get to, and have been surfed, but not windsurfed. Will Polakow be the man to do it? Only time – and the perfect forecast – will tell.

Get more adventure on our Facebook fan page.

Articolo precedenteCJ-shortcuts / Ride It All
Articolo successivoBarbados Womans Bay
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.