Home Kitesurf Personaggi JULIA CASTRO, FUERTEVENTURA LIFE

JULIA CASTRO, FUERTEVENTURA LIFE

0

Julia è una promessa del kiteboarding, nata a Fuerte si è classificata al secondo posto sia nel campionato spagnolo che in quello europeo, è una ragazza molto solare ed energica, parlandoci insieme si può sentire la sua voglia di vivere e la felicità che deriva dall’essere nata in un paradiso come le Isole Canarie, gli abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa della sua vita sull’ isola:

Forse perché sembra di stare sulla luna, forse per il cielo o forse per il terreno, ma Fuerte è l’unico posto dove mi sento sicura, dove mi sento a casa.Fuerte è una delle 7 isole Canarie è di origine vulcanica e il panorama è mozzafiato, specialmente a Fuerteventura ti sembra di essere sulla luna, non ci sono ne alberi ne erba… Ma il problema non dipende dal terreno inospitale, il fatto è che non piove praticamene mai, forse 3-5 volte all’anno.

_DSC1167

Quindi, nella luna abbiamo vento e onde, ma possiamo anche restare senza vento ne onde, siccome Fuerte è una piccola isola (non più grande di 100 km da nord a sud), si può scegliere dove andare in base alle condizioni che cerchiamo, basta guidare per qualche chilometro per trovare lo spot che più ci piace. In inverno non c’è molto vento ma possiamo trovare spesso ottimi swell, adatti per i surfers e suppers, da marzo ad agosto abbiamo vento tutti i giorni, e sempre vento perfetto!

Io sono sempre stata una persona tranquilla come del resto tutti i local dell’isola, ma a volte divento un tornado, già 4 mesi prima della mia nascita ho cominciato a far impazzire mia mamma, volevo nascere prima possibile per cominciare a fare kite, finalmente il 22 aprile sono nata, a Fuerteventura, la mia isola, la mia magica isola.

_DSC1178

La mia famiglia è sempre stata molto sportiva, i miei genitori sono sommozzatori e da quando sono nata ho sempre praticato molto sport per sfogare la mia energia, ma niente che riguardi il vento fino ai miei 17 anni.

Ma come? Vivi nel paradiso del vento e non pratichi sport che lo usano? Si, nella mia isola non si trovano molti local in acqua, vediamo sempre tantissimi turisti in spiaggia ed è come qualcosa che non è stato fatto per noi, non ci appartiene.

_DSC1458

Però il destino mi ha infortunato mentre stavo facendo una session di allenamenti di atletica (ero una promessa locale), il mio mondo diventò nero, e la ripresa è diventata il periodo più brutto della mia vita, mentre sei infortunato hai un sacco di tempo per pensare. Pensi alla vita, a quello che accade attorno a te, a come andrà a finire…pensi troppo.

La prima estate dopo la riabilitazione è stata fantastica, da 12 anni la tappa del PKRA si ferma a Fuerteventura ed è l’evento dell’anno, io vado a vederla da sempre, quell’estate ero con i miei genitori, finito l’evento ho deciso di andare in una kitebeach fotografare alcuni riders e mentre riguardavo le foto mi sono detta “perché non imparo anche io” quindi ho corrotto alcuni local, io gli avrei fatto le foto e loro mi avrebbero insegnato il kitesurf, da qui è cominciata la mia magica relazione con la vela.

 Julia - Los Lagos (20 of 48)

Adesso dedico la mia vita interamente a questa passione, ogni giorno mi alzo alle 7:00, faccio colazione e studio fino alle 9:00 quando prendo la macchina e vado ad allenarmi in palestra, alle 11:00 finisco il mio training, mangio, controllo e posto qualcosa sui social media e mi preparo per fare kite, dopo aver controllato windguru e le palme fuori di casa decido lo spot migliore, se il vento è NE allora posso uscire sulla mia laguna preferita a Cotillo Lagoons, mentre se la direzione è N devo andare sulla Flag Beach vicino Corralejo, se è estate probabilmente avrò solo un po’ di chop mentre d’inverno sono sicura di trovare grosse onde.

Dopo la mia session giornaliera non mi resta altro che farmi una bella doccia e correre a dormire.

Testo: Julia Castro

Pubblicità
Advertisement