Julia Castro: Un nuovo amore

0

Julia è un atleta North Kiteboarding, originaria di Fuerteventura, ci abbiamo già parlato l’anno scorso per sapere come stava andando la ripresa dopo un doloroso infortunio, quest’anno con l’inivto al Triple S sembra che tutto vada per il meglio!

Ecco l’intervista di Francesco Grassi.

Ciao Giulia, come va? In che parte di mondo sei in questi giorni?

Hey hey! Al momento sono al CWC  Wakepark nelle Filippine. Sono qui da un mese e ci rimarrò almeno fino ad aprile. Mi sono allenata duramente e ho imparato qualche nuova manovra, ho fatto un girl kite camp e ho partecipato al campionato nazionale di freestyle.

Abbiamo notato che ti stai concentrando molto sul park riding, questo è il tuo nuovo amore?

E’ sicuramente il mio nuovo amore. Da quando l’ho provato due anni fa non ho mai smesso. il 2015 è stato un anno all’asciutto per me ma nel 2016 ho ricominciato ad allenarmi. E quest’anno… beh lo sto amando alla follia, più lo fai più lo ami. Vorrei non essere mai stanca per farlo tutto il giorno! Ero sinceramente un po’ stanca del freestyle classico  e non riuscivo più a progredire, con gli slider invece i progressi sono quotidiani. Quasi tutti i giorni puoi atterrare un nuovo trick, e non annoia mai!  E’ rinfrescante per la mente se sei il tipo di persona che ha bisogno di vedere miglioramenti costanti per motivarti, anche se i crash non mancano. Insomma, è davvero bello! 

Questa, sembra essere un’ ottima annata per te! Sei una delle invitate al Triple S, parlaci di questo avvenimento!

Yeeeeeeew! sono ancora sulle nuvole grazie a questa news. Sono molto onorata e felice di prendere parte a questo evento. Forse sapete che l’anno scorso ho provato a qualificarmi con il video tra le Wildcard, ma non sono stata scelta. Ho comunque deciso di andare avanti e partecipare agli open, e nuovamente non sono riuscita a qualificarmi. E’ stato uno dei più grandi rammarichi della mia carriera quindi quest’anno essere addirittura invitata è un sogno divenuto realtà! Non vedo l’ora di essere la e competere con i miei idoli! A fine aprile andrò a Cape Hatteras per allenarmi al fantastico kitepark del Real Watersports!

Cosa pensi dell’attuale situazione del freestyle?

Credo che il 2017 sia un anno d’oro per tutte le discipline del kite. Tutto il dramma se n’è andato, il freestyle ha il suo tour  i park riders hanno il loro tour, strapless e surf  riders hanno il loro tour come d’altronde i racers… E tutti stanno facendo del proprio meglio per rendere questi tour migliori. Penso che la WKL sia stata fantastica e sarà ancora meglio per il prossimo anno. Stanno cercando di fare qualcosa di incredibile da guardare per addetti ai lavori e non, che è il grosso limite del freestyle.  Ci proverò a Leucate,  ma il mio obbiettivo è il KPL proverò a partecipare almeno al Triple S, Turchia e Regno Unito. Vediamo come va… vi farò sapere!

Quali sono i tuoi piani per i prossimi mesi?

Quest’anno ho molti piani! L’anno scorso è stato un anno in cui non sapevo neanche cosa avrei fatto il giorno dopo. Non mi è piaciuto, haha, quindi ho deciso di organizzarmi meglio quest’anno con un programma a lungo termine!

a metà aprile lascerò le Filippine in direzione  Leucate per le qualifiche WKL.  Dopo di che, alla fine di aprile e per celebrare il mio compleanno andrò a  Cape Hatteras per il Triple S. Dopo un periodo di studio, verso giugno lascerò il  paese direzione l’Inghilterra per il Plastic Playgrounds, uno dei più importanti eventi wake al mondo, insieme ad altre 19 top atlete. Dopo di che, a luglio tornerò a Fuerteventura e passerò un po’ di tempo con i miei!