Home Running News Kenya sugli scudi alla Cinque Mulini

Kenya sugli scudi alla Cinque Mulini

0

Kenya sugli scudi alla Cinque Mulini

E’ sempre Kenya, sui prati italiani. L’ottantaduesima edizione della classicissima Cinque Mulini, andata in scena a San Vittore Olona (Milano), è stata vinta da Paul Tanui tra gli uomini e da Faith Chepngetich Kipyegon tra le donne, al termine di prove appassionanti e ricche di contenuti agonistici.

In campo maschile la sfida tra africani ha preso il via fin dai primi metri, di fatto spaccando in due il blocco della corsa. Unico europeo a tentare di resistere, almeno nella prima parte, lo spagnolo d’origine etiope Alemayehu Bezabeh, campione continentale lo scorso dicembre a Belgrado, staccatosi nel momento decisivo e settimo al traguardo. Il successo è andato all’uomo più attivo e attento nel corso della prova, quel Paul Tanui (bronzo iridato a Mosca lo scorso anno, e argento mondiale nel cross) partito tra i favoriti per la vittoria. La tripletta keniana è stata completata dal secondo posto di Alex Kibet e dal terzo di Thomas Lokomwa, finiti in scia al vincitore, mentre il dominatore dell’edizione 2013, l’etiope Muktar Edris, ha chiuso al quinto posto. L’ottava piazza del lombardo Michele Fontana (Aeronautica), primo degli azzurri al traguardo, è una sorta di conferma, sulla scia del buon risultato conseguiti agli Europei di Belgrado (ottavo posto Under 23).

Tra le donne, la ventenne keniana Kipyegon, due volte campionessa del mondo junior di campestre e in pista ormai protagonista nelle distanza più brevi, ha avuto facilmente ragione della britannica Gemma Steel (seconda al traguardo) e della statunitense (anche lei specialista dei 1500 metri, iridata a Seul 2011) Jenny Simpson. Italia al quarto posto, con una brillante Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) finita a dodici secondi dalla Simpson.

Ufficio stampa Fidal