Home Running News Kipruto, un nuovo talento nasce a Vestone

Kipruto, un nuovo talento nasce a Vestone

0

Kipruto, un nuovo talento nasce a Vestone

Si è chiusa con un doppio nuovo record del percorso la quinta edizione della Maratonina Tre Campanili di Vestone, confermatasi una delle più belle mezze maratone di montagna. La manifestazione bresciana ha svelta il talento del kenyano Elvis Kipruto, atleta del team austriaco Run2gether del quale sentiremo sicuramente parlare in futuro, per il talento unito alle capacità di gestione della corsa. Nella prima parte di gara il kenyano soffriva il ritmo imposto in salita dal connazionale Biwott e dal marocchino Tyar, con l’aggiunta dell’atleta di casa Alessandro Rambaldini. Dopo aver scollinato Cima Passello, punto più alto della gara, Kipruto ha dato spettacolo sugli 8 km di discesa, recuperando il distacco dai primi per scattarli inesorabilmente  e andare a vincere in 1h20’49” come detto nuovo record della corsa. Alle sue spalle, a 56 secondi, Nicodemus Biwott (Farnese Vini) alla sua terza piazza d’onore consecutiva, terzo Abdelhadi Tyar (Pol.Hyppodrom) in 1h24’06”, quarto Alessandro Rambaldini 8Atl.Gavardo, la società organizzatrice) in 1h26’42”, poi gli altri marocchini Lahcen Mokraji e Abderrahim Karim e l’italiano più atteso, Giuliano Battocletti (Gs Valsugana Trentino) che finiva settimo in 1h28’33”. Nella prova femminile altra straordinaria prestazione stagionale per Valeria Straneo (Runner Team 99), davvero una delle migliori esponenti italiane sulla distanza sia in piano che in montagna, che praticamente senza rivali ha chiuso in 1h32’47”, nuovo primato della gara con l’ex campionessa italiana di corsa in montagna Maria Grazia Roberti (Forestale), seconda a quasi 10 minuti. Terza la vincitrice del 2009, Giovanna Ricotta (Asi Veneto) in 1h46’00”. Ben 430 gli atleti arrivati al traguardo in una gara allietata dai tratti boschivi all’ombra che hanno affievolito la calura estiva.