Home Mtb News Kuhlavy e Sauser, volata alla Roc Marathon

Kuhlavy e Sauser, volata alla Roc Marathon

0

Kuhlavy e Sauser, volata alla Roc Marathon

Alla Roc d’Azur era il giorno della Marathon, una sorta di rivincita per molti protagonisti sabato del Mondiale di specialità a Ornans. A Frejus sul duro percorso di 83 km la lunga selezione alla fine ha visto giocarsi la vittoria in volata due campioni assoluti: l’olimpionico Jaroslav Kuhlavy, al ritorno alle gare dopo lo sfortunato mondiale XC di Saalfelden, e l’ex campione mondiale marathon Christoph Sauser (Sui), che sabato aveva visto la sua rimonta fermarsi al quarto posto. I due campioni, compagni di squadra nella Specialized, si sono giocati il successo allo sprint con vittoria per Kuhlavy in 3h23’08”, stesso tempo di Sauser, terzo posto per il tedesco Jochen Kass, protagonista sabato nella prima parte di gara, a 59”, poi un altro dei grandi delusi di Ornans, l’austriaco Alban Lakata a 2’04” e il colombiano della TX Active Bianchi Leonardo Paez, a 3’20”. Tanti gli italiani in gara: il migliore è stato Roberto Crisi (Race Mountain) che ha chiuso 24° a 26’32”, 35° Michael Pesse (Cbe Merida) a 37’30”, proprio davanti alla vincitrice della gara femminile dove si è registrato il successo della britannica Sally Bigham, quinta sabato scorso, in 4h12’07” con 19’11” sulla francese Helene Marcouyre e 24’39” sulla danese Rikke Kronvig.

Tanta Italia anche nelle altre prove della giornata, ma prima torniamo a ieri quando la Roc Marathon aveva avuto un antipasto con la Enduro Roc Canyon nella quale si sono confrontati sia specialisti del Gravity sia gran fondisti. La vittoria è andata ad Aurelien Giordanengo, uno dei migliori al mondo in questo tipo di gare, con 19’23” davanti agli altri francesi Remy Absalon a 37” e Gregory Noce a 49”, quarto il campione del mondo Eliminator, lo svizzero Ralph Naef a 1’19”. Fra le donne prima Elodie Darcq in 27’15” con 1’22” su Pauline Petit e 3’13” su Veronique Fouillit. Tornando alle Marathon, oggi era anche il giorno della Masters Roc, prova per amatori che ha visto fra i protagonisti anche Jacopo Bottarini (Ha Team Bortolami) che è terminato quinto assoluto in 2h03’58”, appena dietro un monumento della Mtb mondiale come il norvegese Rune Hoydahl, plurivincitore della Coppa del Mondo. La vittoria assoluta è andata al francese Remy Grosdidier in 1h52’31” con 4’27” su Cedric Chartier e 5’48” su Nicolas Durin, da notare il settimo posto del professionista su strada francese Sylvain Chavanel, vincitore di tappa al Tour de France. Podio francese anche fra le donne con Nathalie Gallen in 2h55’48” con 32” su Evelyne Bieuzent e 6’48” su Sylvie Besse. Domani al centro dell’attenzione la Roc d’Azur classica riservata alle donne.