Home Ciclismo News La Felice Gimondi, quando arte e sport s’incontrano
Pubblicità

La Felice Gimondi, quando arte e sport s’incontrano

0

La Felice Gimondi, quando arte  e sport s’incontrano  

Come vuole la tradizione, continua la carrellata di artisti che in occasione della granfondo Felice Gimondi vengono presentati agli amanti delle due ruote: per l’edizione 2011 la scelta del Comitato Organizzatore è caduta su Steven Cavagna, pittore, scultore e designer. Nato nel 1974, per diversi anni ha svolto l’attività di grafico pubblicitario. All’età di 25 anni ha dato vita ad un vero e proprio atelier a Gazzaniga (Bergamo), nel quale poter far conoscere meglio se stesso e la sua arte. Un’arte che è davvero singolare. Partendo da semplici oggetti, li smonta e li trasforma con l’aiuto del colore e di altre materie riciclate (plastica, iuta, spago, corda, polvere di marmo, etc.). Il caos percepito in un primo impatto diventa, con un’analisi più attenta, un nuovo equilibrio formale e spaziale. L’opera acquista così un senso differente, è un mezzo singolare per rappresentare gli individui e il mondo che li circonda. Steven Cavagna ha la capacità di favorire il dialogo e la comunicazione attraverso l’arte nel mondo dell’impresa, come testimoniano i suoi allestimenti in negozi, hotel e nella recente esposizione presso lo spazio FaSE (Fabbrica Seriana Energia) di Alzano Lombardo (Bergamo). Un primo assaggio delle potenzialità di questo interessante artista si avrà a metà aprile, alla presentazione alla stampa della competizione internazionale, nel corso della quale verrà proposta in anteprima un’opera realizzata per l’occasione. Inoltre, durante il weekend dedicato alla gara (sabato 14 e domenica 15 maggio), il Lazzaretto di Bergamo si trasformerà in una bottega a cielo aperto, che vedrà la realizzazione di “eco-opere” firmate Steven Cavagna, creazioni frutto di un pensiero ecosostenibile.  

Pubblicità