Home Ciclismo News La Gran Fondo del Tartufo assegnerà il tricolore Gran Fondo e Fondo...

La Gran Fondo del Tartufo assegnerà il tricolore Gran Fondo e Fondo Amatoriale FCI Individuale 2012

0

La Gran Fondo del Tartufo assegnerà il tricolore Gran Fondo e Fondo Amatoriale FCI Individuale 2012

La stagione 2012 rimarrà a lungo nella storia delle due ruote amatoriali marchigiane. Il Settore Amatoriale Nazionale della Federciclismo ha reso noto proprio oggi di aver assegnato alla società Team Fausto Coppi Fermignano, che da vita alla neonata Gran Fondo del Tartufo in programma il 9 Settembre ad Acqualagna, l’organizzazione della prova unica del Campionato Italiano di Gran Fondo e Fondo Amatoriale Individuale 2012. E’ il terzo titolo nazionale che verrà assegnato nelle Marche durante la stagione, dopo il Campionato Italiano Cronometro a Coppie FCI in programma il 14 Settembre a Senigallia, il Raduno Nazionale Cicloturistico e dunque il Campionato Nazionale di Cicloturismo che sarà organizzata dall’attivissima Sport& Travel a Senigallia il 2 Settembre, ed ora il titolo nazionale Gran Fondo e Fondo Amatori Individuale che va a premiare una società storica del panorama ciclistico marchigiano: il Team fausto Coppi Fermignano. “Il Settore Amatoriale Nazionale ha premiato il Team Fausto Coppi Fermignano, una delle società più attive e longeve del panorama amatoriale marchigiano – afferma Massimo Romanelli responsabile del SAR Marche – con l’assegnazione della prova unica di Campionato Italiano di Gran Fondo e Fondo Individuale 2012 per l’attività organizzativa e agonistica svolta sotto l’egida della Federciclismo, inoltre il sodalizio pesarese è riuscito nel tempo a guadagnarsi il rispetto e la stima di tutto l’ambiente. Una stagione straordinaria per il ciclismo amatoriale marchigiano, ma anche per il circuito federale Marche in Bici. Se a due società, Sport&Travel e Holiday Sport – Team Fausto Coppi Fermignano, che organizzano una prova del nostro circuito, viene assegnata l’organizzazione di ben tre prove tricolori, sfido chiunque a smentire la validità dell’opera di questi dirigenti”