Home Windsurf News La mia Defi Wind

La mia Defi Wind

0

Robert Hofmann ci ha inviato un bel report della Defi Wind 2013 dal suo punto di vista. Il motto di Robert è stato quello di non mollare mai, scopriamo il perchè!

Veramente una bella edizione la Defi Wind del 2013…. le previsioni davano vento e vento lo ha fatto!
Certo uscire 3 giorni di fila con venti dai 30 ai 45 nodi non è sicuramente una vacanza, però bisogna anche dire che il livello è veramente alto, perchè c’erano centinaia di francesi che si allenano tutto l’anno per la Defi. Ci vuole tanta conoscenza del posto, molto allenamento e il trim perfetto!
Io purtroppo non posso veramente dire di avere nessuna delle tre in eccedenza, però mi sono difeso bene…
Sicuramente la cosa che è più difficile è scegliere il materiale giusto! La prima prova vado con la Blade 7.0 e iSonic 107, perchè a 15 minuti dalla partenza il vento sembra calato, poi si parte (parto bene) ma dopo ca 1 km il vento passa a 30 nodi poi 35, poi 40 nodi in boa 1… un incubo… farsi 40 km con un chop che ti fa cadere l’otturazione dai denti… vabbè il mio motto è sempre stato non abbandonare mai!! Stringo i denti all’ultima strambata uno mi centra… perdo almeno 20 posti… ma poi alla fine arrivo nei 70. Le prossime ore l’organizzatore le passa a raccogliere gente in giro per il mare che non riesce più a rientrare per il vento così forte! Nel pomeriggio fanno la seconda prova, parto bene uso la Blade 5.6 e iSonic 87, e toppo ancora!!! Questa volta ci voleva la 6.3! Però arrivo 33° , perciò non male direi!! Però 2 manche e due volte la vela sbagliata!
Il giorno dopo altre 2 manche, la prima con la 6.3…. e stavolta il vento fa un pò come ieri e alza a 45 nodi (che palle) io lotto, e l’ultima strambata, faccio un movimento strano e mi si apre il trapezio…. mi faccio 300 metri senza trapezio con 45 nodi , fino a quando tocco… rimetto a posto il trapezio, riparto… mi avranno passato in 20… alla fine ancora intorno al 50°.
Nel pomeriggio la seconda prova… stavolta la 5.6 ci voleva… mi faccio un culo come un cammello altro piazzamento sui 50°!
Alla fine della terza giornata mi trovo 39° assoluto!
L’ultimo giorno, ultima prova… stringo i denti un’ultima volta… il vento sempre sui 40 kn… io sempre con la 5.6, con iSonic 90 ma stavolta la sfiga mi corre dietro…15 minuti prima della partenza metto il piede nella sabbia e becco un tracina… un male della madonna… non sentivo il piede per tutta la gara… poi io Cucchi cadiamo in partenza, perchè a mio avviso il gommone di partenza cambia leggermente rotta… faccio quello che posso, ma le forze sono oramai un ricordo, in più  l’arrivo è strettissimo di bolina per un salto di vento… insomma arrivo sul 60°! Sono però fiero di me stesso ad aver fatto tutte le 5 prove… con materiale che dai noi in Italia non si usa praticamente mai (vele Slalom da 5.6 e tavole Slalom da 85 l), ma non sarà la mia ultima Defi!!

TESTO DI Robert Hofmann

Nico_Graziano_Défi_Wind_2013_Samedi_BD-47

942144_619121011450823_1959161200_n

525267_618056161557308_455257852_n

Articolo precedenteIntensa sciroccata in arrivo !
Articolo successivoAnticipazioni 2014
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.