Home Windsurf Prodotti La nuova tavola Foil di NeilPryde

La nuova tavola Foil di NeilPryde

0

La RS:Flight 215 è la nuova tavola di NeilPryde dedicata esclusivamente al Foil. Non è quindi un convertibile che può essere utilizzato sia con una pinna normale o con il foil per volare sull’acqua, ma è un progetto dedicato unicamente al “volo”. È lunga 215 cm, larga 90 cm con 145 litri di volume.

20160703_0047-2_phEmanuelaCauli

La settimana scorsa abbiamo avuto la possibilità di incontrare Robert Stroj, sail designer di NeilPryde, insieme a Marco Leconte, brand manager NeilPryde, in Conca d’Oro a Torbole sul Garda presso lo Shaka Surf Center. Robert e Marco stavano provando gli ultimi prototipi della tavola. Erano due le ali disponibili, una in G10 (ancora un prototipo) e l’altra (quella che andrà in produzione con il marchio F4) in full carbon, 60 strati di carbonio per mantenere la rigidità. Qui sotto potete vedere i due Foil.

FOIL G10

IMG_2452

FOIL CARBON

20160703_0001-2_phEmanuelaCauli

Robert ci ha chiesto di provare la tavola con le due configurazioni di Foil, in G10 e in Carbon, usando un prototipo di vela dedicata al Foil in misura 6.3. Esattamente come per la nostra prova del JP Foil, CLICCA QUIci trovavamo in un fine pomeriggio di Ora, con una intensità variabile tra gli 8 e i 12 nodi.

IMG_2155

IMG_2466

Inizialmente abbiamo provato la versione in G10 e rispetto al JP che era la nostra prima tavola Foil provata, era decisamente più semplice e intuitivo. Sono bastati pochi metri per “farci il piede” e subito abbiamo fatto interi bordi in volo. Velocità di punta inferiore al JP ma controllo molto più facile. La tavola, utilizzata in acqua, invece ci è sembrata del tutto identica a quella precedentemente provata di JP, sia come galleggiabilità, partenza in planata e stabilità per virata e strambata.

20160703_0620_phEmanuelaCauli

Successivamente abbiamo provato la versione Full Carbon, e qui abbiamo avuto qualche problema in più di gestione riuscendo a fare solo piccoli tratti in volo, sollevati però ad una altezza di 1 metro, la pinna è lunga 110 cm, e con una velocità impressionante!

20160703_0057_phEmanuelaCauli

La vela NeilPryde utilizzata, come lo stesso Robert Stroj specifica nel video, è solo un prototipo e non definitivo, è una 6.3 con 3 camber dal profilo molto stabile e dalla spinta in avanti.

IMG_2467

Pensavamo che questo RS:Flight fosse una tavola per la collezione 2018, come sapete il materiale 2017 è già tutto pronto e in arrivo, invece Robert ci ha confermato che la tavola verrà lanciata nel dicembre 2016!

IMG_21654Windsurf con Robert Stroj e Marco Leconte sullo sfondo

Il costo del Foil in carbonio si aggirerà sui 2000 euro, e 2100 sarà il costo della tavola. Una spesa davvero notevole, e non ci stupiremo se le aziende che si butteranno in questa avventura cercheranno di spingere l’abbinata tavola e Foil. Una soluzione sarebbe quella di provare il Foil su una tavola slalom (basta avere un attacco Tuttle), oppure su una vecchia tavola da Formula.

L’articolo completo con le interviste a Robert Stroj e Marco Leconte, e le spettacolari foto di Emanuela Cauli, lo troverete sul numero di agosto-settembre di 4Windsurf in chiusura proprio in questi giorni… stay tuned!

IMG_2460

FOTO Emanuela Cauli, 4Windsurf

Articolo precedenteNiente ampliamento degli impianti a Livigno: il tar accoglie il ricorso di Legambiente
Articolo successivoALLA SCOPERTA DELLA BALAGNE IN SUP
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.