Pubblicità

La poesia di Puzziteddu, Campionato Italiano Wave prima tappa

di - 04/05/2016

Il 2 e 3 maggio in Sicilia presso il A.S.D. Reef Puzziteddu si è svolta la prima tappa del Campionato Italiano Wave 2016. Vince Jacopo Testa (RRD) seguito dal padrone di casa Francesco Cappuzzo (RRD), vincitore la settimana prima della gara di Kite, seguiti in terza posizione da Matteo Spanu (99, Gaastra) e da Fabio Calò (99, Severne).

7D2_7880

Una gara baciata dalle condizioni perfette che hanno permesso lo svolgersi regolare di un Double Elimination con 17 iscritti sapientemente gestito dal Race Director Matteo Righetti e con l’ottimo lavoro dei tre giudici federali AICW. Puntuale e preciso anche tutto il resto dello staff del A.S.D. Reef Puzziteddu con a capo la splendida famiglia Cappuzzo.

7D2_7804Da sinistra: Matteo Righetti, Antonio e Sabrina Cappuzzo e il giudice Stefano

Venerdì sera la chiamata ufficiale e la voglia di vedere un posto, almeno per me nuovo, era davvero tanta, fortemente alimentata dai molti e positivi racconti delle persone che erano già state a Puzziteddu, concordi tutti nel dire che lo spot è davvero valido, la location perfetta e la famiglia Cappuzzo gestisce il tutto in modo magistrale.

Prendo il volo con Ryanair per domenica sera da Bergamo a Palermo. Andata e ritorno costa davvero poco e acquisto anche due bagagli sportivi. Arrivati a Palermo il trasfer verso Mazara e poi il centro di Puzziteddu dura poco più di una oretta.

DAY 1
Lunedì mattina, il vento è già forte e le onde sono sui 2-3 metri. Le temperature sono però decisamente inferiori rispetto a quello che ci si aspettava (alla sera scopriremo che incredibilmente per la stagione ha nevicato sull’Etna!). Il tempo è molto perturbato e a tratti piove.
Ci si apre davanti uno scenario quasi surreale, vento sui 25 nodi con direzione side-off e barre disegnate sui 3 metri e alcuni set anche di più. Nessun pericolo in acqua… puro divertimento!

7D2_4654Francesco Cappuzzo

Purtroppo nel warm-up a seguito di una frullata pesante Andrea Franchini si infortuna seriamente al piede. Viene immediatamente soccorso, portato a terra e poi in ospedale.
Si decide di aspettare le 13 per l’inizio della gara in quanto continui scrosci di pioggia rendono instabile il vento per permettere un regolare svolgimento delle heat… ma le condizioni in acqua sono da urlo per un warm up davvero divertente dove tutti i rider danno spettacolo.
Il vento aumenta fino ad essere da 4.2 e nel pomeriggio partono le heat. Il Race Director decide che verranno valutate solo 3 surfate e niente salti data a direzione side off del vento. Si arriva fino a concludere i primi due round. Purtroppo la pioggia continua a rendere instabile il vento e molte volte bisogna sospendere il proseguimento delle heat e quindi si rallenta lo svolgersi della gara. Verso le 17 viene dato lo stop definitivo durante la heat Rosati/Testa, il vento ruota completamente da terra.
Alla sera, immensa cena a Mazara oofferta dall’organizzazione!

7D2_6559Andrea Rosati

DAY 2
Il vento e le onde non cambiano, anzi sembrano essere ancora meglio, ma c’è il sole! Skipper meeting alle 8:00 e prima possibile partenza alle 8:30. Poco prima delle 9 parte la heat non conclusa il giorno precedente tra Jacopo Testa e Andrea Rosati. Matteo Righetti, Race Director, comunica che viste le condizioni oggi verranno giudicate due surfate (con valore di moltiplicazione doppio) e un salto. Vince Jacopo che oltre a surfare molto bene esegue dei salti da PWA.
Nella heat successiva Calò batte Gasperini e poi si arriva a decidere i finalisti.

7D2_3680Raimondo Gasperini

Nella prima heat Calò batte Testa e accede alla finale per il primo e secondo posto, ma a causa di un problema tecnico della giuria la heat viene ripetuta e questa volta accede alla finale Jacopo Testa. Nell’altra heat il padrone di casa Francesco Cappuzzo deve arrendersi a Matteo Spanu autore di un’ottima performance, mentre il giovane Cappuzzo non riesce a ingranare la marcia come nelle heat precedenti.

7D2_6598Nicola Spadea

Finale 3°/4° vince Cappuzzo su Calò e per il 1°/2° Jacopo Testa vince su un Matteo Spanu un po’ sotto pressione.
Sabrina Capuzzo prepara per gli atleti un buonissimo pranzo al sacco e si riparte subito con il Double Elimination.
Le condizioni sono sempre al top e tutto procede con la massima regolarità. Si arriva verso le 13:00 alle heat decisive dove Andrea Rosati batte di poco Nicola Spadea. Ormai le heat sono tutte molto vicine, le condizioni aiutano i rider ad esprimersi al meglio e lo spettacole è davvero alto!

7D2_4618Matteo Spanu

Rosati poi sfida Calò per il 4° posto e ha la meglio Calò in una heat molto combattuta.
Calò contro Cappuzzo per il 3° posto. Cappuzzo è in super forma e spara Push Tweaked, Back Loop e Forward, surfa due onde molte belle mettendoci anche due Taka. Calò si difende nei salti con un alto Back e Forward e nelle surfate, ma è il giovane siciliano ad avere la meglio. Cappuzzo poi va a sfidare Matteo Spanu che purtroppo durante la heat all’atterraggio da un Push Loop rompe il tassello della strap posteriore. Impossibilitato a cambiare tavola lascia lo spazio a Cappuzzo di accedere alla finalissima contro Jacopo Testa.

7D2_4913Fabio Calò

Inzia la heat finale tra Testa e Cappuzzo, entrambi sono tra i più giovani del gruppo, la tensione sale e i due non riesco a performare come vorrebbero. Poi si sciolgono e inizia lo spettacolo. Bellissime surfate radicali, salti da PWA ma Testa nell’ultima onda esegue un enorme Aerial contro ogni legge della fisica atterrando perfettamente. Jacopo testa vince!

7D2_4386Jacopo Testa in Push Loop

Alle 15:30 premiazione e poi tutti in acqua per una session da urlo fino al tramonto, giudici e organizzazione compresi!

1° tappa Campionato nazionale Wave Aicw 2016
2
Rk Rider Point
3
1 JACOPO TESTA 0,7
4
2 CAPPUZZO 2
5
3 MATTEO SPANU 3
6
4 FABIO CALO 4
7
5 ANDREA ROSATI 5
8
6 NICOLA SPADEA 6
9
7 RAIMONDO GASPERINI 7
10
7 MATTEO SERRA 7
11
9 MICHELE BATTISTA 9
12
9 CARLO SILVESTRO 9
13
9 ANTONIO CAPPUZZO 9
14
9 MARIANO LEONE 9
15
13 ANDREA FRANCHINI 13
16
13 RICCARDO MILUZZO 13
17
13 MATTEO BARALDI 13
18
13 PAVIA 13

Classifiche e tabelloni completi li potete trovare su WAVEXPRESSION.

È stata la seconda volta di una gara del Campionato Italiano a Puzziteddu (la prima nel 2011) e dobbiamo dire che la location si presta molto bene a questo tipo di gare. Il centro della famiglia Cappuzzo, ancora in fase di completamento permette di soggiornare in comodissimi e nuovissimi bungalow (o tende a seconda delle esigenze) a pochi mentri di distanza dal mare. Ma di questo ne parleremo più avanti.

www.puzziteddu.net

In questa gara vince lo Sport, la sportività e vincono i giovani. Dal mio punto di vista bottino pieno. Tutti i rider si sono inanzitutto divertiti e hanno fatto divertire. Si sono viste delle heat dal valore tecnico davvero alto, degne di un campionato italiano wave. I giudici federali (Eddy, Franco e Stefano), grazie anche ai corsi di formazione promossi dall’associazione AICW, hanno svolto un lavoro impeccabile.

Un ringraziamento particolare e dovuto a Antonio e Sabrina Cappuzzo e a loro figlio Francesco che hanno accolto tutti i rider con una ospitalità fuori dal comune e che ha reso questa bellissima esperienza ancora più bella! Questa è la poesia di Puzziteddu che vi consigliamo vivamente di provare appena possibile. 100% 4windsurf approved!

7D2_7903

TESTO 4Windsurf
FOTO Fabio Barbera

Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita e il mio lavoro. Campione italiano Wave nel 2013 e 2015. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.