Home Ciclismo News La stampa straniera pedala sulle strade della Gran Fondo Campagnolo alla scoperta...

La stampa straniera pedala sulle strade della Gran Fondo Campagnolo alla scoperta di Roma Imperiale e dei Castelli Romani

0

La stampa straniera pedala sulle strade della Gran Fondo Campagnolo alla scoperta di Roma Imperiale e dei Castelli Romani

Da tutta Europa per studiare e pedalare la Gran Fondo Campagnolo Roma. Sette giornalisti stranieri delle più prestigiose testate del settore, hanno voluto ammirare con i loro occhi la suggestione del percorso della granfondo che il 13 ottobre calamiterà a Roma migliaia di amatori da tutto il mondo. Sui pedali si sono scatenati Gilles Simon (L’Equipe e Velo magazine – Francia), Yves Blanc (Le Cycle – Francia), Robin Willmott (Cycling Plus- Stati Uniti), Ben Atkins (Peloton – Gran Bretagna), Gilles Bultinck (Grinta! – Belgio), Sergio Palomar (Ciclismo a fundo – Madrid) e David Suarez (Arueda.com – Barcellona). A fare loro da Ciceroni ciclisti, il presidente del comitato organizzatore Gianluca Santilli e il direttore generale Ivan Piol, scortati a vista da Lorenzo Taxis (director manager marketing di Campagnolo), Bruno Telve (storico tecnico dell’azienda vicentina) ed Elvezio Pierandi, responsabile tecnico di Gran Fondo Campagnolo Roma, con il supporto dei mezzi tecnici della Federciclismo. “La nostra impostazione è stata chiara sin dal primo giorno in cui ci siamo lanciati in quest’avventura – racconta il presidente del comitato organizzatore Gianluca Santilli – siamo partiti con l’idea di non organizzare una gara sportiva, ma di creare un evento che potesse coinvolgere la città e promuovere il territorio”. Il gruppo di giornalisti ha potuto pedalare sul circuito imperiale e su alcuni tratti del percorso, vivendo così da vicino le emozioni offerte dalla storia di Roma e dalle bellezze naturali dei Castelli romani. Nonostante la visita sia stata breve – conclude Santilli – credo che i giornalisti possano aver compreso le peculiarità che caratterizzano il nostro evento rendendolo unico la mondo. Pedalare ai piedi del Colosseo, attraversare i Fori Imperiali, uscire da Roma sul basalto dell’Appia Antica, affrontare le salite dei Castelli romani costeggiando i laghi, guardare Roma dall’alto, sono tutte situazioni che regalano sensazioni eccezionali. Ma l’unicità dell’evento, ovviamente, non è data solo dal percorso tecnico e panoramico, ma soprattutto da quanto Roma e la provincia possono offrire: arte, cultura, storia, ma anche enogastronomia e artigianato”. Un tour in bicicletta attraverso la Roma Imperiale con passaggi davanti all’altare della Patria, lungo i Fori Imperiali e il Colosseo, che proprio in questi giorni è risultato da un’indagine il monumento più amato d’Italia dai turisti di tutto il mondo. Poi l’emozione del pavé millenario dell’Appia Antica, dopo il suggestivo passaggio sotto Porta San Sebastiano, e via tutti assieme verso gli spettacolari Castelli Romani. Una sgambata in compagnia dei giornalisti che hanno potuto ammirare il lago di Albano e lo scorcio di Castelgandolfo affrontando la prima salita e cronoscalata (pedalabile, affascinante ma lunga e tecnica) della Gran Fondo di Roma che porta al meraviglioso terrazzo su Roma di Rocca di Papa. A Rocca di Papa foto ricordo nella sua storica piazza, attraversata due settimane fa dai professionisti che hanno partecipato a Roma Maxima, il nuovo Giro del Lazio che il prossimo anno si gemellerà con Granfondo Campagnolo Roma. Ammirare il percorso e testare in prima persona le fatiche che faranno gli amatori il 13 ottobre prossimo: questo uno degli obiettivi dei giornalisti. Tutti a bocca aperta prima per la fatica della cronoscalata dal lago di Albano a Rocca di Papa e poi per gli scorci straordinari lungo il percorso, i suoi tratti molto tecnici e le altre due cronoscalate di Rocca Massima e Rocca Priora. Entusiastici i commenti dei giornalisti che ora riporteranno emozioni, impressioni e le fotografie di questa pedalata nelle proprie testate, punto di riferimento del ciclismo di tutto il mondo, a dimostrazione che Gran Fondo Campagnolo di Roma è già considerato un grande evento internazionale. E con l’occasione i giornalisti hanno testato biciclette montate con il nuovissimo cambio elettronico (sistema Eps) Campagnolo. Ai giornalisti era stato consegnato abbigliamento tecnico firmato Sportful. Lo Sport come strumento di marketing del territorio. L’iniziativa si inserisce nell’ambito di una serie di attività che il comitato organizzatore porta costantemente avanti durante l’anno per promuovere il territorio: “Questi eventi sono un volano eccezionale per l’economia reale e per la promozione – spiega Santilli – da studi inerenti la Granfondo 2012 è risultato che il movimento generato dagli oltre 6000 turisti arrivati per partecipare o accompagnare i ciclisti sia stato di circa 5 milioni di euro. A questo va aggiunto il valore che può avere la comunicazione generata: un’ora di diretta RAI e circa 500 articoli hanno infatti dimostrato l’interesse ottenuto dall’evento”.