Home Running News Lalli e Meucci pronti per il Campaccio

Lalli e Meucci pronti per il Campaccio

0

Lalli e Meucci pronti per il Campaccio

E’ stato presentato il 56° Cross del Campaccio che come da tradizione si correrà domenica 6 Gennaio organizzato come sempre dall’Unione Sportiva Sangiorgese. A dirigere la macchina organizzativa l’instancabile Sergio Meraviglia in qualità di Coordinatore Generale e come ormai da sei anni direzione tecnica affidata al manager Marcello Magnani.

Per il secondo anno consecutivo il Cross del Campaccio è stato inserito dalla Federazione internazionale nel circuito Permits Events Iaaf 2012-2013 che ha fatto il suo esordio lo scorso 11 Novembre al Cross de Atapuerca in Spagna.

A dare il benvenuto ai presenti il carismatico Presidente dell’Us Sangiorgese Claudio Pastori: “Mi voglio rivolgere ai media presenti, voglio fare loro un vero appello perché auspico che quest’anno venga dato più spazio possibile al Campaccio, serve a noi ma questo serve anche per il bene di tutta l’atletica. Abbiamo bisogno di visibilità, è una gara unica al mondo per importanza, storia e fascino. Mettiamoci tutti quanti entusiasmo, facciamo vivere alla grande questo evento. Ai nostri ragazzi che fanno atletica chiediamo ed otteniamo sempre un grande sforzo, impegno, coraggio, perseveranza. Bene ora tocca a noi e a tutti i media. La Us Sangiorgese è un grande esempio di società sportiva, voglio ringraziare i genitori, il Sindaco, tutta la giunta comunale ed infine, ma non ultimi come importanza, gli sponsor che sono fondamentali”.

Presenti anche per il Comune di Legnano l’Assessore allo Sport Claudio Ruggeri e il Sindaco Walter Cecchin che ha avuto parole di elogio per il Campaccio dettate anche da un’esperienza personale: “Il Campaccio è la mia gara, ho fatto parte della Sangiorgese, era l’obiettivo di fine anno. Mi ricordo quando andavo ad attaccare la notte prima i cartelli segnaletici utili ai partecipanti per il mattino seguente. Ho dato il mio e mi fa piacere che la tradizione continui e si rinnovi. Il 6 gennaio sarò presente, spero di vedere tanti miei concittadini in tribuna”.

LA GARA MASCHILE – Marcello Magnani ha così presentato la competizione agonistica: “Quest’anno non è stato facile organizzare la gara, ma tutto sommato insieme a Sergio Meraviglia siamo riusciti a costruire una gara spettacolare. Le condizioni economiche non facili, il budget da rispettare e l’anno posto-olimpico hanno reso tutto un po’ più problematico. Avere in gara medaglie olimpiche è allo stesso tempo prestigioso ma anche oneroso. Sarà una competizione dall’elevato tasso tecnico e il primo nome che voglio fare è quello di Andrea Lalli, neo campione europeo di cross, la medaglia d’oro. Qui al Campaccio vinse nel 2006 l’oro europeo juniores e nel 2008 fece il bis a Bruxelles nella categoria Promesse under 23. Il titolo di poche settimane fa lo rendono uno dei migliori di sempre della specialità, averlo al Campaccio è dunque un onore. A sfidare Andrea Lalli vi sarà il 27enne pisano Daniele Meucci. E’ il nostro atleta più forte degli ultimi anni in pista ma è anche uno dei migliori d’Europa nel cross country e il suo bronzo sempre agli Europei ne sono la conferma. Quest’anno per Meucci anche una splendida medaglia d’argento nei 10000 metri  negli Europei in pista a Helsinki che segue al bronzo sempre europeo di Barcellona 2010. Meucci e Lalli dovranno  vedersela con il kenyano Thomas Longosiwa nientemeno che medaglia di bronzo in 13’42”36 a Londra nei 5000 metri e con il quasi 25enne Leonard Komon già protagonista sui campi del Campaccio nel 2011 quando si classificò in seconda posizione alle spalle del campione mondiale della specialità Joseph Ebuya. Komon è l’attuale detentore del primato mondiale dei 10 e dei 15km su strada. In gara anche il giovane Muktar Edris già campione del mondo junior dei 5000 metri in 13’38”45 a Barcellona l’estate scorsa, terzo in settembre al Giro Podistico internazionale di Castelbuono e secondo in ottobre a Trento al Giro al Sas. Un ragazzo, ancora diciottenne, davvero forte”

LA GARA FEMMINILE – “Anche tra le donne una azzurra potrebbe far parlare di sé. Potrebbe essere l’anno giusto per Elena Romagnolo per scrivere finalmente il proprio nome nell’albo d’oro dopo il secondo posto del 2010 quando vinse per l’ennesima volta Aniko Kalovics – ha aggiunto Magnani – La Romagnolo, 30 anni, quest’anno ha corso anche la finale olimpica a Londra nei 5000 metri piazzandosi in 15esima posizione. In gara anche l’azzurra Silvia Weissteiner che vorrà rifarsi della brutta prestazione degli Europei, mentre tra le straniere spicca il nome della 32enne kenyana Priscah Cherono vincitrice della medaglia di bronzo ai Mondiali di Osaka 2007 e finalista olimpica a Pechino. Ancora in gara la polacca Katarzyna Kowalska specialista dei 3000 siepi, finalista ai Mondiali del 2009 a Berlino e protagonista più volte in estate nei grandi meeting della Diamond League. Altri atleti, campioni italiani e stranieri accresceranno ulteriormente il valore della gara e saranno annunciati nei prossimi giorni. In particolare stiamo cercando atleti statunitensi al via, sto attendendo alcune conferme che spero di poter annunciare presto. Avere atleti americani al via vorremmo diventasse una bella tradizione. Non abbiamo però voluto altri africani, vogliamo equilibrio in gara, vogliamo che i nostri azzurri possano recitare da protagonisti”.

E’ intervenuto anche il tecnico Giorgio Rondelli, tra l’altro allenatore anche di Francesco Panetta, ultimo italiano ad aver vinto il Campaccio: “Per Lalli sarà una gara più difficile ancora degli europei, gli atleti africani appena comunicati sono davvero forti. Se ci sarà neve o tanto fango il livello diventa paritario, ma se ci sarà terreno secco e bel tempo la velocità dei kenyani sarà determinante ai fini della vittoria. Il podio è comunque alla portata sia di Lalli che di Meucci. Farà invece l’esordio con la maglia della Pro Patria tra le cadette la quindicenna Nicole Reina, da quattro anni imbattuta. Credo sia uno dei talenti più forti che io abbia mai visto, a Rio 2016 non avrà ancora 19 anni, è più di una giovane dalle belle speranze”.

Infine il saluto della Fidal attraverso Romano Pinciroli: “Il mio ringraziamento va a tutti i volontari, quei ragazzi, ormai quasi settantenni, che sono la vera anima del Campaccio e che nei giorni prima e durante la notte picchettano il percorso, montano le tende e tutte le strutture. Se questo grande evento vive è anche grazie a loro. Il Campaccio è come la Milano-Sanremo, partecipare anche solo da spettatore è un onore, invito tutti i lombardi a venire qui a San Giorgio su Legnano il giorno della Befana”.

DIRETTA RAI TV – E’ confermata la diretta su Rai Sport 2 dalle 14:00 alle 15:45.

Cesare Monetti – Ufficio stampa