Home Mtb News Mariuzzo vola a Silvella

Mariuzzo vola a Silvella

0

Mariuzzo vola a Silvella

E’ stata una giornata all’insegna dei tempi passati, ricordi, esperienze di vita e di sport, il tutto con la magica coreografia del gruppo di sportivi Silvellesi impegnati nella terza Silvella Bike. I protagonisti a livello organizzativo, da ormai 3 edizioni, sono Michele Del Puppo e Luca Carlet, il primo già protagonista nei campi di gara, il secondo amico d’infanzia a sostenere una buona parte organizzativa supportati dal team Bosco di Orsago e come detto dal comitato sportivi di Silvella.
Ma andiamo con ordine, c’è tanta “carne al fuoco” come si dice in gergo, era un memorial questa prova dedicata da un amico che da alcuni anni ci ha lasciati per una brutta malattia: Rudy Zaia, cugino del governatore del Veneto: Luca, l’amministrazione Comunale presente in massa con il primo cittadino dott. Roberto Campagna e i vari assessorati. Prima del via alla mamma di Rudy viene consegnato l’ omaggio floreale dal presidente del gruppo Squadra Corse Prealpi, di cui Rudy faceva parte, un omaggio al papà, da parte del presidente Chies, prima del minuto di raccoglimento in suo ricordo.

Ora andiamo alla cronaca della corsa, il via puntuale alle 9:50 con la partenza dei mini biker (6-12 anni) alle 10:00 uomini e donne impegnati in 3 e 2 giri, caratteristica la schiera del team Lagunare dei Velociraptors partiti dietro impegnati nel loro campionato sociale, subito dietro, dopo alcuni minuti l’altra schiera giovanile con i ragazzi dai 13-16 anni.
Ma non finisce qui, tante le sorprese che Michele e Luca ci regalano in questa giornata, numerosi gli sponsor, meriterebbero di essere tutti menzionati, ma purtroppo il tempo corre veloce, come veloci sono stati gli oltre 400 biker ai nastri di partenza divisi in tre griglie con i veri e propri agonisti impegnati in uno splendido circuito collinare di oltre 9 km, numerose le premiazioni e tornando agli sponsor riporto il nome di un’azienda agricola:”San Maman” perché la cito? È l’azienda agricola che produce il prosecco Marzio Bruseghin, il professionista di Conegliano in forza alla Movistar, grande amico degli sportivi di Silvella. Premiati i più e meno giovani con i gruppi dove il team di Torre di Mosto sembra veramente il protagonista assoluto.

Un bel colpo d’occhio sulla promozione con numerosi ragazzini, un bel connubio quello trasmesso dal Livenza Bike diretto dall’inesauribile anima di Angelo Marana e Roberto Borriello che si sono meritatamente creati un ruolo di primo piano all’interno del circuito.

Abbiamo detto del numero elevato con oltre 400 biker, di spicco, oltre i vincitori delle prime due edizioni Gregori Da Ros e Marcon, troviamo i “reduci” dal campionato triveneto con Paolo Vanzella vincitore tra gli M5, le protagoniste femminili con Tiziana Corazza e la “triveneta” Alessandra Teso dell’FPT , stessa società lo specialista delle 24h G.Franco Mariuzzo, con il “dente avvelenato” per la sfortuna, due forature lo tolgono dal titolo Triveneto.

Ecco i protagonisti, i primi vincitori di giornata, accompagnati dalla starter d’eccezione Marika Covre, Alessandro Berton dello Sportyland, (davvero delle buone credenziali questo atleta atteso la prossima stagione tra gli esordienti) mentre la femminile vede vincere Gaia Pagotto dei Velociraptors.

Nell’altra categoria 13-16 anni risultano protagonisti Andrea Dalla Pria dei Velociraptors e Aurora Tamai della stessa società. (N.B. i premi per i giovani sono stati offerti dalla famiglia Zaia).
Primo passaggio, dopo una ventina di minuti, un uomo solo al comando, la sua maglia a scacchi la si riconosce subito, G.Franco Mariuzzo, l’atleta di Musile di Piave, sembra scaricare tutta la sua tensione o rabbia se vogliamo, dimostrando ancora una volta il suo stato di forma, davvero un bel colpo di pedale, subito dietro si lotta per le posizioni di rincalzo, si notano i “soliti” Casagrande, Marcon, Vanzella (“caricato” dal fresco titolo), Solimeno e il solito Kogler ad inseguire. La femminile vede la Corazza davanti alla Teso mentre per il podio la Corbanese si difende dalla Pesce.

Epilogo dopo un’ora di gara, Mariuzzo sembra aver volato, per l’argento oltre 2 minuti per il bravo Solimeno dello Spezzotto, uno sprint a tre con Casagrande dell’Eurovelo che la spunta sulla coppia Cieffe Vanzella – Marcon, sesto Kogler dell’FPT con il seguito Segat – Perin – De Pieri – Borsoi.

La gara sociale per la scuola di ciclismo dei Velociratptors è stata vinta dal maestro Valter Prataviera, davvero un bel esempio.

Non mi resta che concludere questa mia personale chiacchierata con lo spirito di chi ama questo sport e chi come i ragazzi hanno dimostrato di possedere un patrimonio veramente lodevole, bravi ragazzi e dico di più la famiglia tutta di Michele e Luca Del Puppo un po’ ci manca nei nostri circuiti regionali, e a quanti parlano delle famose “gare libere” dico: venite a vedere il patrimonio promozionale esiste davvero e vi assicuro si respira un’aria “salutare”…

Luciano Martellozzo – Ufficio stampa