Home Ciclismo News Memorial Antonio Corzani: pedalando senza fretta tra gusto e amicizia

Memorial Antonio Corzani: pedalando senza fretta tra gusto e amicizia

0

Memorial Antonio Corzani: pedalando senza fretta tra gusto e amicizia

Si avvicina l’appuntamento con la terza prova del circuito Romagna Sprint: il Memorial Antonio Corzani, edizione numero 11, granfondo non agonistica che sarà organizzata domenica 17 giugno a Cesena dal Cycling Team Ars et Robur. Tre i percorsi. Il lungo di 130 chilometri (1650 metri), il medio di 93 chilometri (1080 metri) e il corto di 60 chilometri (620 metri). Partenza libera dalle 6,30 alle 8. Iscrizioni (al costo di 7 euro), arrivo e pasta party si terranno nello scenario dell’Ippodromo del Savio di Cesena, location che assicura tutte le comodità ai partecipanti: ampio parcheggio, area camper dedicata e servizi. Il Memorial Antonio Corzani sarà l’occasione, dunque, per affrontare una granfondo vera e propria, trovandovi tutto ciò che si trova in una manifestazione agonistica. Tutto tranne l’ansia da prestazione. La parola d’ordine, infatti, sarà pedalare senza fretta, senza pensare alla classifica, senza fare guerra agli altri, se non amichevolmente, battagliando con gli amici (o con se stessi), per stabilire il migliore, che poi, magari al bar davanti a un caffè, si vanterà scherzosamente di aver battuto il compagno d’avventura. E proprio in virtù di questa filosofia di un ciclismo fatto di puro divertimento, anche al Memorial Corzani sarà dato ampio spazio al gusto. Nei ristori previsti lungo il percorso i cicloturisti troveranno crostate, paste dolci e tartine salate, frutta fresca e frutta secca, bibite e sali minerali. A Mercato Saraceno, se la giornata sarà calda, ci sarà un rifornimento idrico. Senza dimenticare il pasta party, che oltre alla pasta comprenderà anche panino, dolce, birra e caffè. Insomma un ricco e vario menù che senza dubbio non deluderà i partecipanti, che potranno così ritemprare il corpo dopo le fatiche di giornata. E alla fine premiazioni sì, ma non individuali, ma per le prime 25 società con almeno tre partecipanti. Tutto, insomma, secondo lo spirito del Romagna Sprint.