MFC GT Model, il commento di Riccardo Marca

0

Riccardo Marca, ci scrive le sue impressioni di guida della nuova pinna di MFC dedicata al Freestyle e in onore ad Andre Paskowski: la GT.

IMG_6305

Ciao a tutti i lettori di 4windsurf. In questo articolo vi parlerò della nuova GT model, della MFC Hawaii. La nuova pinna da freestyle è stata sviluppata da Gollito e Taty Frans. Ho avuto modo di provarle già in diverse condizioni, da vento leggero al vento forte, dall’acqua piatta al chop. Ho sempre usato pinne piuttosto grandi, tipo 19-20, con la GT però ho usato la 16 e mi sono trovato benissimo: velocissima, agile, e quello che mi ha stupito ancora di più è che non perde aderenza. Normalmente usando una pinna piccola la tavola è più agile però detto tecnicamente “spinna” ovvero perde aderenza con l’acqua. È la prima volta che riesco a usare una pinna così piccola (16) senza avere il problema dello spin-out , per che ha raggiunto un certo livello e specialmente usa una tavola piccola, come un 90 lt, questa è la pinna che consiglio. Un’altra cosa che mi ha stupito è la leggerezza della pinna, realizzata completamente in carbonio. Non ho ancora avuto modo di provare la 18 e le altre misure, ma penso che andranno bene come la 16. Le misure disponibili sono 15-16-18-20-22-24 , la scelta dovrete farla in base al vostro peso, la vostra attrezzatura, e le condizioni in cui uscite. Per qualsiasi dubbio o consiglio potrete contattarmi in privato su facebook.

 

IMG_6324

DSC02226











Articolo precedente#Find_Away: Episode 1: The Northern Sky
Articolo successivoPRIMO NUMERO 4SUP 2015
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.