Home Ciclismo News Mirenda vince la 2a Gf Sitè da Prìa

Mirenda vince la 2a Gf Sitè da Prìa

0

Mirenda vince la 2a Gf Sitè da Prìa

E’ stato il siciliano Gianluca Mirenda a cogliere in volata la vittoria alla 2a Granfondo Sitè da Prìa, andata in scena domenica 30 settembre, nella cittadina savonese di Pietra Ligure. Sono stati 500 i ciclisti che si sono presentati nelle griglie di partenza poste sul lungo mare pietrese, pronti ad affrontare il percorso da 97 chilometri tracciato sulle montagne dello splendido entroterra savonese.  Tra questi anche l’ex-professionista Andrea “Brontolo” Noè e la professionista Whitney Gaggioli, testimonial della manifestazione, intrattenuti dalla capace animazione dello speaker-dj ligure Ugo De Cresi. Un bellissimo cielo terso e una temperatura più che gradevole sono stati il regalo che i ciclisti hanno trovato al risveglio domenica mattina, dopo un forte maestrale e la pioggia, che hanno rovinato la bella festa del sabato e che hanno dissuaso i partecipanti dell’ultimo minuto dalle iscrizioni, spaventati dalle previsioni catastrofiche della domenica. La corsa entra nel vivo al chilometro zero, quando si inizia a dar vita alla prima fuga di giornata. A Spotorno sono una dozzina i ciclisti che affrontano la prima salita verso le Manie. Il gruppo resta unito fino alla seconda scalata alle Manie, quando sul tratto di falso piano, prendono il largo il siciliano, trapiantato in Toscana, Gianluca Mirenda, il biellese Andrea Paluan e il brianzolo Stefano Sala. Alle loro spalle sono gli uomini della Maggi, compagni del siciliano, a tenere a bada gli inseguitori, permettendo al terzetto di testa di incrementare il vantaggio. Il battistrada prosegue unito fino alla salita del Colle del Melogno, dove Paluan e Mirenda allungano il passo, obbligando Sala a lasciarli andare. La situazione resta così invariata fino all’arrivo, dove è la volata tra il siciliano e il biellese a dare spettacolo. Il giovane  Gianluca Mirenda ha una marcia in più e vince facilmente su un indomito Anderea Paluan. Arrivo in solitaria per Stefano Sala, tra gli applausi del pubblico a premiare la sua tenacia. Tra le donne la vittoria è andata alla coriacea torinese Olga Cappiello che fin dalle prime rampe ha preso il controllo della corsa. Non si deve attendere molto per vedere giungere al traguardo la ligure Donatella Padi che sale sul secondo gradino del podio, che viene completato dalla valenzana Raffaella Palombo. E’ stata la società torinese CC Piemonte a primeggiare tra le squadre, lasciando dietro di sé la ligure Ezio Borgna Hersh Bike e la milanese Team Cinelli Glass’nGo. La Granfondo Sitè da Prìa, è stata l’epilogo della kermesse ciclistica pietrese “Pietrabikefest” che ha portato nella cittadina tre giorni di ciclismo. Annullate purtroppo, a causa della pioggia e del forte vento, le attività del sabato: la Ciclopedalata pietrese e la maratona di spinning. La festa si è conclusa con le gambe sotto al tavolo del pasta party, dove i solerti Alpini di Loano, hanno servito un pranzo a base di pasta al pesto, arrosto, pane, frutta e dolcetti. Le ricche premiazioni ha messo la parola fine a questa seconda edizione. Premiazioni che sono state seguite da quelle del Gran Premio Mare d’Autunno, circuito di cui la granfondo era la prova conclusiva. «Siamo soddisfatti di come sia andata questa edizione – dichiara Pier Nicola Pesce, organizzatore della LoaBikers, la società che ha organizzato la manifestazione – Il brutto del tempo del sabato e le previsioni che promettevano acqua alla domenica hanno limitato le iscrizioni, ma alla fine il sole ha voluto premiarci e regalare ai partecipanti una bella giornata. Diamo a tutti l’appuntamento a Febbraio per la Granfondo di Loano». «Un ringraziamento particolare – continua Pesce – va a tutta l’amministrazione comunale di Pietra Ligure e in particolare all’assessore Pietro Cassanello, che ci hanno dato tutto il supporto necessario. Ma un grande ringraziamento va anche alle Forze dell’Ordine che ci hanno coadiuvato, ai numerosi volontari sul percorso e a tutto lo staff della LoaBikers che ha veramente dato il massimo per offrire una bella giornata di festa ai partecipanti.»