Home Running News Mobilitati 10 paesi per l’Unesco Cities Marathon

Mobilitati 10 paesi per l’Unesco Cities Marathon

0

Mobilitati 10 paesi per l’Unesco Cities Marathon

Palmanova sarà il cuore della Maratona Unesco in programma per il 1° aprile: quartier generale organizzativo per la sua posizione centrale tra Aquileia e Cividale, rispettivamente partenza e arrivo della corsa e perché ha sede la Protezione Civile regionale che ha dato grande disponibilità al supporto operativo. Lunedì mattina si è svolta la prima riunione operativa fra tutte le associazioni sportive coinvolte nell’organizzazione della Unesco Cities Marathon. L’ente organizzatore è il comitato regionale della Fidal in collaborazione con le proprie società affiliate. Dieci i comuni interessati dalla gara podistica: Aquileia, Terzo di Aquileia, Cervignano del Friuli, Bagnaria Arsa, Palmanova, Chiopris Viscone, Manzano, San Giovanni al Natisone, Premariacco e Cividale del Friuli: ciascun comune, attraverso le proprie associazioni sportive, si prenderà carico del supporto logistico per un tratto di 5 km.

L’evento coincide con la Pasquetta sui Bastioni, iniziativa partita lo scorso anno e che l’amministrazione comunale torna a proporre, potendo fare sinergia con una manifestazione sportiva il cui bacino di richiamo si estende fra Italia, Austria, Slovenia e Croazia con oltre 21 milioni di persone. E c’è una novità: si sta valutando l’allestimento in piazza Grande di un expo di tre giorni di prodotti sportivi ed enogastronomici della regione: “Si tratta di un’occasione imperdibile non solo per Palmanova ma per tutta la regione – afferma il sindaco, Francesco Martines – finalmente potremo fare sinergia con le principali città d’arte a noi vicine, che uniscono nel valore Unesco tre importanti patrimoni culturali di tre epoche diverse (antica, medievale e rinascimentale) sotto l’egida dello sport, della natura e della valorizzazione del territorio anche per la sua offerta turistica ed enogastronomica. Questo evento dimostra quanto la città stellata creda in questo brand e sia in grado di coinvolgere cittadini e associazioni nel raggiungimento di questo risultato”.

Maria Elena Gala – Il Gazzettino Friuli