Home Running News Mondiali 24 Ore, azzurri a bocca asciutta

Mondiali 24 Ore, azzurri a bocca asciutta

0

Mondiali 24 Ore, azzurri a bocca asciutta

Sfortunata edizione per i colori italiani dei Mondiali ed Europei della 24 Ore su strada, disputato a Katowice (Pol) da dove la folta rappresentativa azzurra torna a casa a mani vuote. Venuta a mancare l’ex iridata Monica Casiraghi, fermatasi già poco dopo metà gara, si puntava molto su Ivan Cudin, sul podio due anni fa e che è stato protagonista per gran parte della prova, viaggiando fino alla 16esima ora in sec onda posizione dietro il fortissimo statunitense Morton, postosi subito al comando, ma il friulano ha accusato un problema che l’ha costretto al ritiro alla 18esima ora e nella notte le speranze azzurre sono così naufragate. Il migliore alla fine è stato Paolo Rovera, 18° con 241,538 km, poi Andrea Accorsi 36° con 229,690 e Stefano Montagner 47° con 224,611 km. Il titolo individuale non è sfuggito all’eccezionale americano Mike Morton, che con 277,543 km ha inflitto quasi 16 km al secondo, il tedesco Florian Reus (261,718 km) laureatosi anche campione europeo, terzo il francese Ludovic Dilmi con 257,819 km, leggermente in calo nel finale. Bronzo europeo per il polacco Piotr Sawicki con 254,093 km. A squadre titolo alla Germania su Francia e Usa, quarta la Polonia, azzurri decimi. In campo femminile la vittoria è andata alla ceka Michaela Dimitriadu con 244,232 km davanti all’americana Connie Gardner con 240,385 km e alla britannica Emily Gelder con 238.875, terza europea la francese Cecile Nissen con 234,524 km. Prima delle azzurre Monica Barchetti, finita 19esima con 210,640 km, 38esima Monika Moling con 189,587 km e alle sue spalle Virginia Oliveri con 188,658 km. Titolo a squadre per gli Usa davanti a Francia, Gran Bretagna e Germania, Italia all’ottavo posto. Da notare che gli atleti classificati sono stati ben 248.