Home Mtb News Mondiali, si riparte dal Team Relay

Mondiali, si riparte dal Team Relay

0

Mondiali, si riparte dal Team Relay

Archiviata la prima parte dei Mondiali a Leogang riservata alle prove Gravity e in contemporanea con le gare Trial, ci si è spostati a Saalfelden, sempre in Austria, per le prove di XC che assegneranno da domani a domenica i titoli mondiali, sancendo di fatto la parla fine a una stagione lunghissima e che, comunque vadano le cose, il suo momento massimo l’ha già avuto a Londra. La gara mondiale rappresenta per molti occasione della rivincita, ma c’è un po’ la sensazione che coloro che sono tornati dai Giochi Olimpici con qualcosa in tasca abbiamo un po’ tirato i remi in barca, anche inconsapevolmente. Pallhuber, il cittì azzurro, fra le righe lo ha già detto a proposito di Fontana sul quale però conta per la sua voglia di dare sempre il massimo e per questo toccherà proprio al bronzo di Londra lanciare il quartetto azzurro nella staffetta che inaugura domani le prove iridate. Una gara che spesso ha visto gli azzurri protagonisti e certamente la squadra italiana parte fra le favorite, con il citato Fontana, lo junior Beltain Schmid, Eva Lechner e Luca Braidot a chiudere. Un quartetto ben diverso da quello che a Mosca ha conquistato il titolo europeo, con Fontana e Schmid al posto di Casagrande e Bertolini. Le rivali saranno le solite: Francia, Svizzera, Canada, ma dipenderà molto da chi verrà schierato dalle altre squadre e dalle condizioni dei nostri, la sensazione è che le frazioni centrali saranno quelle decisive, soprattutto quella della Lechner, chiamata a correre in difesa.

Venerdì giornata dedicata agli Under 23 e nella gara maschile tutti saranno contro la squadra italiana, che con Kerschbaumer, i due Braidot, Pettinà potrebbe anche infarcire la Top 10. Favorito certamente Gehbauer, ottavo a Londra e che corre in casa, mentre Cink (Cze), Van Der Heijden (Ned) e i tedeschi saranno i rivali per la conquista delle medaglie. Fra le donne tutti puntano sulla svizzera Jolanda Neff e l’ucraina d’Italia Yana Belomoyna, ma attenzione all’inglese Annie Last per tutta la stagione di Coppa del Mondo in gara fra le Elite e protagonista di una gara coraggiosa a Londra. A chiudere il venerdì la prova junior femminile con la Collomb che potrebbe recitare un ruolo importante al pari di Schmid sabato in campo maschile, quando la prova dei più giovani sarà prologo delle due gare Elite, prima le donne con l’attesissima rivincita fra Bresset (Fra), Pendrel (Can), Dahle (Nor), Spitz (Ger) insomma fra vincitrici e sconfitte di Londra, dove la Lechner sarà chiamata a dare un segnale di ripresa dopo la grande delusione olimpica. Il via alle 11:00, alle 14:00 toccherà alla prova maschile dove il canovaccio è lo stesso, con i tre medaglisti Kuhlavy, Schurter e Fontana a riconfermarsi contro Hermida, Absalon, Stander e anche chi a Londra non c’è potuto andare, come gli elvetici esclusi dalla severissima selezione nazionale.

Domenica poi chiusura con l’attesissima prima edizione dell’Eliminator e qui i pronostici sono impossibili. Tantissimi saranno gli iscritti, non solo crossisti ma anche specialisti del 4X, la Coppa del Mondo non ha dato indicazioni sufficientemente affidabili per capire su chi puntare anche se un segnale si può dare: attenzione alla giovane rappresentativa svedese, che su questa nuova specialità sembra aver investito molte aspettative.

Gabriele Gentili