Home Ciclismo News Mostra multimediale dedicata a Marco Pantani. Fusignano 5-9 settembre 2012

Mostra multimediale dedicata a Marco Pantani. Fusignano 5-9 settembre 2012

0

Mostra multimediale dedicata a Marco Pantani. Fusignano 5-9 settembre 2012

Sulla scorta del lusinghiero successo ottenuto nel 2010 con una mostra che poneva all’attenzione del pubblico la figura e la carriera del campionissimo Fausto Coppi, l’associazione “girodellaromagna.net” ha pensato di ripetere quell’esperienza andando a celebrare un’altro campione protagonista di un ciclismo più contemporaneo come Marco Pantani, ma che ugualmente, in un’epoca molto diversa e soprattutto più distratta dai tanti avvenimenti, ha saputo, con le sue imprese, entusiasmare ed emozionare il cuore di grandi moltitudini di persone in tutto il mondo. Come si celebrano i grandi protagonisti e le loro opere nel campo dell’arte, la musica, la letteratura e il lavoro, gli organizzatori e tutti i soggetti coinvolti nell’iniziativa, con la scelta di Pantani, intendono porre all’attenzione dell’opinione pubblica l’esaltante carriera di un ragazzo come tanti, a volte segnato da inquietudini e contraddizioni ma che mai hanno messo in discussione le sue qualità atletiche e umane. Pedalare era la sua arte, perché come lui pochi altri lo hanno saputo fare. Era, anzi, è un romagnolo e come tale, insieme ad altri protagonisti dello sport e non solo, ha dato lustro e prestigio a questa nostra terra. Negli scopi della mostra non figura certo quello di analizzare le cause della sua immatura scomparsa ma bensì ricordarne semplicemente la vita, perché ipocrisie e pregiudizi abbiano sempre meno a prevalere nell’offuscare le memorie. L’evento si svolge a Fusignano (Ra) dal 5 al 9 settembre 2012 presso il suggestivo Auditorium Arcangelo Corelli, corso Emaldi 109. L’inaugurazione, fissata per il 5 settembre alle ore 20:00, rappresenta il momento saliente di tutta la mostra. Nella sala dell’Auditorium, il giornalista Beppe Conti, indiscussa memoria storica del ciclismo internazionale,conduce una serata che si annuncia a dir poco stimolante. Attraverso il contributo di filmati e le testimonianze di numerosi ospiti, Beppe Conti ripercorre le tappe fondamentali della carriera di Marco Pantani. Insieme all’associazione “girodellaromagna.net” figurano, come principali soggetti organizzatori, il Comune di Fusignano e l’”Associazione Fausto e Serse Coppi” di Castellania, ancora una volta presente nella cittadina romagnola dopo la felice collaborazione di due anni fa in occasione della mostra sul grande ciclista piemontese. La principale collaborazione sarà quella della Fondazione Marco Pantani, la quale trasferirà nella sede della mostra alcuni pezzi in esposizione al Museo di Cesenatico. A tale proposito va segnalato che nella mostra è previsto uno spazio dove si possono versare offerte a favore della stessa Fondazione, a seguito delle quali si può ritirare in omaggio la cartolina commemorativa della mostra. Mostra per la quale l’ingresso sarà libero, compresa la serata inaugurale. Inoltre, alcuni personaggi che hanno condiviso con Pantani vari momenti della sua carriera, si sono offerti di mettere a disposizione preziosi oggetti che conservano gelosamente fra i loro ricordi personali. Collaborano fattivamente nell’organizzazione anche le società ciclistiche e cicloturistiche locali: Il Pedale Fusignanese, il Gruppo cicloturistico A.S.D. Pedale Fusignanese e la Società ciclistica Aurora Fusignano. Da sottolineare altresì l’apporto fondamentale del fotografo di fama internazionale del ciclismo professionistico Roberto Bettini. A definire ulteriormente il carattere istituzionale della manifestazione hanno dato il loro patrocinio la Regione Emilia Romagna, la provincia di Ravenna e l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Orari di apertura della mostra: Giovedì 6 e Venerdì 7 Sett. dalle ore 16:00 alle 23:00 – Sabato 8 e Domenica 9 Sett. dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle ore 15:00 alle 23:30 – Nelle serate di apertura della mostra, nella sala dell’Auditorium, saranno proiettati filmati sulla carriera di Pantani.