Home Ski News Mountain ElkX il ritorno da Whistler
Pubblicità

Mountain ElkX il ritorno da Whistler

0

Partenza da Venezia! Finalmente ci siamo.. Dopo mesi di organizzazione i Mountain Elkx sono tutti insieme e carichi per affrontare questa tanto attesa avventura!

Con scalo a Londra e trasferimento da Vancouver, arriviamo a Whistler alle 23 del venerdì (-9 ore fuso), ci rendiamo conto che la nostra sistemazione è in pieno centro e questo si dimostrerà piuttosto comodo.

Skiing 7th Heavan on Blackcomb

Alla mattina sembriamo bimbi al primo giorno di scuola, tesi ed emozionati quanto basta. Decidiamo che, viste le temperature non proprio artiche, ci concentreremo sul versante di Blackcomb dove essendoci il ghiacciaio forse troveremo la tanto agognata Powder .

La cosa che subito ci sorprende è di come sono incredibilmente organizzati gli impianti, offrono servizi a cui non siamo abituati … Sorrisi e saluti ad ogni passaggio e perfino carico e scarico degli sci dalle tele-cabine. Siamo piacevolmente sorpresi anche del nostro impatto “visivo” sui vari sciatori , che incuriositi dalle nostre tute ci fermano e chiedono informazioni. La reazione nel sentire che 11 italiani hanno deciso di intraprendere questa “avventura” a Whistler è di ammirazione e stupore al tempo stesso.

mikecrane_jan12_2015_112
Le prime discese scorrono veloci, arrivati alla cima di Blackcomb ci da il benvenuto un bellissimo sole che ci regala un panorama da sogno. Il giorno successivo lo passiamo nel versante Whistler mountain, dove abbiamo il piacere di salire sulla funivia Peak to Peak la più grande del mondo (4,4 km a 480 mt d’altezza ).

Purtroppo la neve nei primi giorni non è molto farinosa, e le varie uscite in fuoripista sono più complicate del previsto, ma le perturbazioni sono in arrivo …martedì arriva la prima nevicata e ci precipitiamo agli impianti per salire appena possibile, il paesaggio e soprattutto la neve sotto i nostri piedi cambiano tanto, ci accompagna in fuori pista una guida Canadese con il quale condividiamo questa grande passione.

2

Queste perturbazioni continue sono piacevoli da una parte ma dall’altra ci bloccano nella programmazione dell’uscita in Heliski, in quanto con il brutto tempo non c’è verso che l’elicottero si alzi in cielo. Decidiamo allora di ripiegare nel Catski , questa è la formula più sfruttata in British Columbia, è un gatto delle nevi che ospita 12 persone più la guida e che ti permette di risalire pendii innevati ancora “vergini”. L’esperienza è incredibile, siamo emozionati e finalmente possiamo “galleggiare” in questa meravigliosa neve polverosa, scendiamo tra i boschi e ad ogni risalita con il gatto il nostro team dimostra tutta la sua italianità, con cori e risate.

La domenica è il giorno del rientro in Italia, in noi c’è la consapevolezza di aver realizzato un bel viaggio ma soprattutto di aver creato una squadra sempre più unita e consapevole che questo è il punto di partenza non d’arrivo.

GUARDA LA GALLERY DI Mountain ElkX

Pubblicità