Home Running News Nelle maratone estere Kenya-Etiopia 2-1

Nelle maratone estere Kenya-Etiopia 2-1

0

Nelle maratone estere Kenya-Etiopia 2-1

Giornata intensa per le maratone internazionali quella appena trascorsa: la principale non faceva parte del calendario dell’ Iaaf Road Label, l’Athens Classic Marathon nella capitale storica della maratona, Atene, dove la vittoria è andata a un debuttante assoluto, il kenyano Hillary Yego, che ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 2h13’59”, molto lontano dal primato della corsa che resta di Stefano Baldini, 2h10’55”. Yego ha preceduto i connazionali Dickson Cheruiyot (2h14’40”) e David Rutoh (2h14’47”). Il favorito kenyano Raymond Bett si è ritirato dopo metà gara per problemi di stomaco. Da notare il 13° posto del greco di stanza in Toscana Ioannis Magkriotelis, in 2h30’20”, quinto dei suoi connazionali. In campo femminile prova solitaria per la kenyana Joan Rotich, andata in fuga sin dalle prime battute per amministrare la gara e chiudere in 2h41’34” che nella parte finale ha visto assottigliarsi notevolmente il vantaggio sull’ucraina Svitlana Stanko, staccata alla fine di 25”, terza la greca Magdalena Gazea in 2h46’03”.

Maratona valida per il circuito Bronze era la Banque du Liban Beirut Marathon che ha riportato agli onori della cronaca dopo ben 5 anni dal suo successo a Rotterdam il kenyano Wilson Kipsang, in 2h13’34”, ben lontano dal suo personale di 2h05’49 stabilito in Olanda, ma che resta il suo miglior tempo da allora. Kipsang ha interrotto una striscia vincente a Beirut di sei vittorie etiopi attaccando prima del 30° per guadagnare al passaggio 19 secondi sul gruppo inseguitore, incapace alla fine di colmare il gap. Seconda piazza per il connazionale Benjamin Serem a 11”, terzo l’etiope Gemechu Lemma a 43”. Deludente il campione uscente Kedir Fekadu (Eth), che nella parte finale ha ceduto finendo settimo in 2h17’07”. Riscatto etiope nella prova femminile dove la vittorisa è andata a Rehime Kedir obel in 2h33’29” con Shuko Genemo Wote seconda a 3’18”.

Sesta edizione per la Marathon des Alpes-Maritimes Nice-Cannes, anche questa valida per il circuito Bronze e successo questa volta etiope grazie a Abdisa Sori, , che per tutta la gara ha corso insieme al connazionale Edeo Telo per batterlo in volata in 2h13’58”, tempo accreditato per entrambi, con l’altro etiope Wosen Zeleke terzo a 15”. Nella prova femminile si è rivista l’antica vincitrice dei Giochi del Commonwealth 2002 sui 10000, la kenyana Salina Jebet Kosgei, prima in 2h41’34” con 58” sull’etiope Genet Teka, terza l’altra kenyana Gladys Kwambai in 2h44’12”.

A Soria (Esp) intanto ha preso il via lo Iaaf Cross Country Permit con successo a sorpresa per l’ugandese Dickson Huru, alla sua prima vittoria fuori dal suo Paese, un successo maturato dopo la fuga insieme all’ex campione europeo della specialità, lo spagnolo Alemayehu Bezabeh battuto poi in volata dopo 10 km tirati. Terza piazza per l’altro spagnolo Mohamed Marhum a 24” con il campione europeo dei 3000 siepi Antonio Jimenez quarto a 31”. Solo 10° il favorito della gara, l’eritreo Kidane Tadese. Sugli 8 km femminile successo etiope per merito di Marta Tigabea Mekonen, che ha mantenuto 4” di vantaggio sulla locale Estela Navascueas e 5” sull’altra iberica Alba Garcia.