Home Running News Nelle mezze grandi record di presenze

Nelle mezze grandi record di presenze

0

Nelle mezze grandi record di presenze

Una domenica ricca di mezze maratone, ma certamente la concorrenza con i Campionati Italiani di Verona che hanno convogliato nella città scaligera oltre 5.300 partecipanti ha un po’ schiacciato le altre prove. A Vittuone appuntamento con la Mezza del Castello, gara tradizionalmente preparatoria per i podisti lombardi in vista della Stramilano di fine marzo. La vittoria è andata a Dario Rognoni (Cus Pro Patria Milano) che in 1h09’22” ha avuto ragione per 6” di Mirko Zanovello (Circuito Running) mentre Ronnie Alberto Fochi (Atl.Casorate) ha chiuso a 2’39”. Conferma in campo femminile per Claudia Gelsomino (Atl.Palzola) che in 1h19’59” ha bissato il successo dello scorso anno precedendo di 8’54” Sonia Opi (Runners Bergamo) e di 9’25” Maria Ilaria Fossati (Road Runners Club Milano). Al traguardo in 1.004, valicata quindi la fatidica soglia del mille arrivati, obiettivo della vigilia.

Grande successo di partecipazione per la Strabusseto in Maschera, giunta alla 25esima edizione, che con 450 arrivati ha fatto registrare un progresso del 20%. La vittoria è andata al marocchino Abderrahim Karim (Trc Traversetolo Running) in 1h11’18” davanti alla coppia della Nuova Atl.Fanfulla Lodigiana, con Marco Ercoli a 4” e Fabio Ercoli a 1’39”. Nella gara femminile prima Carolina Baldi (Atl.Manara) in 1h27’16”, alle sue spalle Elisa Adorni (Cittadella 1592) a 41” e Emanuela Pagan (Pod.Lippo Calderara) a 2’11”.

Undicesima edizione per la Mezza Maratona Città di Scandicci dedicata espressamente alla lotta contro tutte le mafie. Gara che ha fatto registrare la doppietta marocchina con Jilali Jamali (Gp Parco Alpi Apuane) primo in 1h10’58” con 12” su Hicham Midar (Gs Il Fiorino), terza piazza per Alessandro Diano (Vitamina Running Team) a 46”. Nella gara femminile primo posto per Anna Spagnoli (Atl.Leggera Futura) in 1h21’08”, con Laura Fiaschi (Atl.Signa) a 1’06” e la sua compagna di squadra Alessia Galli a 5’07”. I classificati sono stati 911.

E’ andata a Federico Cariddi la Maratonina di Centobuchi, la classica marchigiana giunta alla sua 25esima edizione. Il portacolori della Grottini Team si è aggiudicato la corsa in 1h13’11” precedendo di 3” Luigi Listorti (Pod.Montegranaro) e di 1’02” Christian Conti (Pod.Valtenna). Nella gara femminile primato per Cristina Marzioni (Gs Dinamis) in 1h20’59” con Ana Nanu (Gs Gabbi) a 1’32” e Sara Carducci (Avis Ascoli Marathon) a 4’14”. Anche qui clamoroso progresso nel numero degli arrivati con 724 contro i 542 dello scorso anno.

Fin qui le mezze, ma la giornata proponeva anche due prove molto vicine ai 21,097 km. Nella “22 Km della Valmorea” a Olgiate vittoria per Fabio Caldiroli (Corradini Rubiera) che in 1h21’38” ha preceduto Paolo Proserpio (Atl.Palzola) di 56” e Luca Manfredi di 58”. Nella gara femminile primato per Cristina Clerici (Gs Bernatese) in 1h34’30”, alle sue spalle Gloria Giudici (Atl.Rovellasca) a 2’45” e Lorenza Di Gregorio (Sci Nordico Varese) a 3’51”. 269 i finisher.

A Spresiano 28esima edizione della Lovadina, inserita nel circuito Trevisando e che ha leggermente allungato il suo percorso principale lasciando la mezza per i 22 km. Primato per Michele Bedin che continua a collezionare successi in terra trevigiana, davanti a Ivan Basso ed Enzo Merotto, fra le donne prima l’ultratrailer Lisa Borzani su Sara Cremonese e Maria Teresa Gasparini.

Restiamo in tema di offroad: nel Val Maremola Trail a Tovo San Giacomo (Sv) prima posizione sui 24 km per 1.500 metri per Fabio Bazzana (Team Salomon) che in 1h59’28” ha preceduto di 11’34” il compagno di colori Giuliano Cavallo, terza piazza per Mauro Toniolo (Valetudo Skyrunning) a 14’29”. Fra le donne prima Giuliana Arrigoni (Team Tecnica) in 2h40’46”, alle sue spalle Martina Chialvo (Pod.Valle Varaita) a 2’49” e Marina Plavan (Valetudo Skyrunning) a 3’07”. 269 classificati.

A Trevignano Romano terza edizione del Giro del Lago di Bracciano. Lungo i 34 km del percorso la vittoria ha premiato il marocchino Said Douirmi (Lbm Sport) che in 1h58’51” ha tenuto a 40” il compagno di squadra Giuseppe Minici, terzo Gianluca Calfapietra (Forhans Team) a 6’19”. Dodicesima assoluta e naturalmente prima donna la marocchina Hanane Janat (Lbm Sport) che in 2h12’50” ha staccato di 10’08” Michela Ciprietti (Pod.Solidarietà) e di 13’23” Pamela Gabrielli (Reti Runners Footworks). In 1.231 al traguardo.

Ha collaborato Maurizio Forner