Pubblicità

NeverAlone: l’app che non ti lascia mai solo

0

NeverAlone non vi lascerà mai soli. Quante volte vi è infatti capitato di uscire sulle piste, o peggio fuoripista, fra boschi e powder.. soli? Sappiamo tutti infatti che alle volte godersi in solitaria una discesa è una necessità che va soddisfatta.

twitter

E’ questo quello che hanno pensato i ragazzi di NeverAlone, gli sviluppatori di un’intelligente applicazione in grado di rilevare il mancato spostamento di un soggetto in un determinato intervallo di tempo e, in tal caso, segnalare tramite SMS a un contatto scelto le proprie coordinate GPS. Vi è poco chiaro spiegato così? Guardate il video promo qui sotto e tutto vi sembrerà più semplice.


Video promozionale  NeverAlone

Il video vi mostra un biker ma NeverAlone è pensato per tutti gli sportivi che vogliono avere una sicurezza in più durante l’attività fisica: Snowboard, Sci, Bici da corsa, MTB, Longboard, Corsa, Trail running o anche una semplice camminata in montagna.

Abbiamo parlato con Marco Casadio, uno dei sviluppatori, il quale ci ha spiegato nel dettaglio il funzionamento dell’applicazione.

Ciao Marco. Ci spieghi in poche schematiche parole come funziona NeverAlone?
Ciao Elisa. L’applicazione è molto semplice da configurare e da eseguire. Una volta autenticato è necessario impostare solamente il proprio nome, un numero di telefono da contattare in caso di bisogno e il tempo di inattività relativo all’attività fisica che si decide di praticare. A questo punto è possibile premere il tasto START e iniziare la propria attività. NeverAlone riconosce costantemente la presenza di movimenti e, nel caso non vengano rilevati spostamenti nell’intervallo di tempo scelto, invierà un SMS al contatto impostato con le proprie coordinate GPS e un link per visualizzare la posizione sulla mappa. Vorrei inoltre rassicurare l’utente che 1 minuto prima dell’invio verrà mostrata una notifica e un suono sullo smartphone, in modo da poter arrestare l’app ed evitare che venga inviato l’SMS (esempio: pausa volontaria).

Da dove è nata questa idea e quali sono le sue potenzialità?
L’idea nasce dalla mia esperienza personale: solitamente nel weekend esco in MTB con amici per divertirci sui sentieri e capita spesso una caduta o un imprevisto. Guardandomi intorno ho notato che molte persone praticano attività sportiva in solitaria: dalla corsa alla bici, dallo snowboard allo sci. Ho pensato che queste persone potrebbero trovarsi in situazioni pericolose, senza poter avvisare nessuno che possa intervenire in caso di bisogno. Così ho deciso di sviluppare quest’app per offrire una sicurezza in più a tutti gli sportivi nel settore outdoor.

L’applicazione è già disponibile per tutti gli smartphone?
L’applicazione è disponibile per iPhone ed è scaricabile da App Store (http://getneveralone.com). Stiamo inoltre lavorando su nuove funzionalità e sulla versione Android. Il tutto verrà rilasciato a Maggio 2016.

Maggiori informazioni sull’applicazione al sito ufficiale neveralone.site

Nella gallery sotto, tutti i passaggi effettuati dall’app.