NEW STRAP FLASH

0

Fabio Canella, un giovane slalomaro del Lago di Como, ci ha inviato questo test di un prodotto made in Italy molto interessante: le nuove strap Flash.

Ciao a tutti i lettori di 4windsurf! Vorrei recensirvi in queste poche righe un prodotto ben fatto che mi è capitato sotto mano (ma forse sarebbe meglio dire… sotto i piedi!) in quest’ultimo periodo.
Si tratta delle nuove straps “ultraligth” che vanno tanto di moda ultimamente; questo modello, però, a differenza di tanti altri è 100% made in Italy e nasce dalla fantasia e creatività di un appassionato surfista brianzolo che ha ordinato e realizzato ogni componente.

10937827_10204816486245005_957430771_n
Le straps FLASH (questo il nome scelto) vengono fornite in comode custodie e sono corredate da placchette in metallo e inserti effetto carbonio per fissarle correttamente alla tavola.

 Foto 17-12-14 22 59 34

Alla prova in acqua, ero inizialmente timoroso che non mi aggradasse la sensazione di avere straps non regolabili e rigide, così, nel dubbio, le ho montate solo mure a dx… mi scocciava nel caso perder mezz’ora di uscita per svitare e riavvitare 4 straps!
Appena entrato in acqua, però, il feeling è stato immediato, tant’è che le ho poi sostituite subito tutte e 4.
Ho apprezzato in particolare la sensazione di “tutt’uno” con la tavola che si ha una volta messoci il piede dentro. Questo rimane bello fermo e pronto a dare gli input giusti per cambiare rapidamente direzione con la tavola.
Risultano sicuramente più rigide dei soliti modelli di serie, ma non troppo da risultare scomode.
Sparisce dunque gran parte di quella fastidiosa sensazione di “poca comunicazione” tra piedi e tavola che mi capita nei mesi invernali quando, per questioni climatiche, mi trovo costretto a uscire con le scarpette (per quanto siano un modello della Atan davvero sottile).
Non sto qui poi a raccontare lo (scontato) vantaggio in termini di peso al confronto con le straps canoniche quando sono bagnate… diciamo che si recupera con gli interessi la differenza di peso che c’è tra il nostro slalom grosso e quello dell’amico fighetto che ha la versione PRO o dell’anno successivo.
Insomma, mi sono piaciute!

Foto 17-12-14 22 55 06

Al momento non ho nemmeno dovuto mettere ranelle zigrinate tra straps e pads (per evitare la fastidiosa tendenza classica delle straps a ruotare).
L’unico aspetto negativo che intravedo adesso è il fatto che il materiale utilizzato per la zona a contatto con il dorso del piede non è dei più “accoglienti” (non si ha quella sensazione pantofola che esiste ad esempio su alcuni modelli “iperlusso” della DaKine). Se da un lato questo fa piacere in strambata perché il piede non si incastra mai dentro, dall’altro lato mi porta a consigliarne l’uso principalmente con le scarpette.
Ma non temete: parlando con il produttore, ho scoperto che sta già lavorando a una strap FLASH con neoprene più morbido nella zona indicata, per gli amanti delle uscite “bare-foot”.

10941744_10204816490365108_1770540932_n

Esistono anche alcune varianti di colore: nere con “flash” bianco (come le mie), o viceversa, o altre combinazioni…ma tutte con una bella bandierina italiana incorporata, che non guasta!
Nel caso vi incuriosisse questo prodotto, lo trovate al momento disponibile al negozio NON SOLO MUTE SURF SHOP di Valmadrera (LC).  www.nonsolomute.com

PER CHI: slalomari, formulari e freerider.
PRO: leggerezza, feeling diretto con la tavola.
CONTRO: (per ora) utilizzabili solo con le scarpette.

Un augurio di un buon 2015 ventoso,
Fabio ITA 67

Articolo precedenteLightwaves: Hobgood & Chippa
Articolo successivoMikey Marhon full part
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.